martedì 5 gennaio 2010

La maschera - The mask




"Ogni uomo mente ma dategli una maschera e sarà sincero". Oscar Wilde

La maschera è un mezzo ambiguo, dietro il quale la verità ama nascondersi per salvaguardare la propria profondità e allo stesso tempo fuggire dalla realtà.

Dietro una maschera ci sentiamo protetti, quasi non ci rendiamo conto che che ogni giorno ne indossiamo una diversa e ciò è utile per interpretare la realtà.

Qualcuno le connoterà con toni dispregiativi poichè nell'immaginario collettivo le maschere rappresentano la finzione e chi le indossa mente. Alcuni amano descriverle come evidenti simboli di falsità e ipocrisia, la verità nascosta tra il velo sottile che divide la maschera e la nostra pelle ci permette di esprimerci valutando ciò che la situazione richiede.

Dietro una maschera si celano le nostre molteplici identità e al contempo c'è l'essenza del nostro essere che si costruisce attraverso la quotidianità e si confonde tra i sogni.

Tratto da un mio vecchio post.

English Version


"Every men lie but if you give them a mask they will be sincere" Oscar Wilde

Mask is an ambiguous means, where truth loves hide itself in order to protect our essence and escape from reality.

Behind a mask we feel secure, we almost forget that every day we wear a different one of them and this is useful to interpret the reality.

Someone will put on them negative nuances since in the common opinion mask represents fiction and who wear them is a liar. Someone else describes masks as a real symbol of falsity and hipocrisy, the thruth that conceal the thin veil bewteen our skin and the mask allow everyone to express ourself valuing what different stages of life require.

Bihind a mask are hidden multiple personality and at the same time there is our identity which is set up day by day and interwise with our dreams.

35 commenti:

Alice and my world ha detto...

La maschera, le maschere...quante ce ne sono, quante ne usiamo, per celare un identità non compresa, per difendere il nostro sacro e intimo io, per paura, per necessità.
Avremo sicuramente più energie, se non dovessimo affannarci a giusctificar enoi stessi con noi stessi e con il mondo.
Un abbraccio e grazie del sorriso, ovviamente iO e Alice ricambiamo.

Felinità ha detto...

Ma la maschera può essere un tutt'uno con noi stessi, diventare più vera del vero, già nel sceglierla espriamo un nostro io, forse con un desiderio intimo, e ciò a cui aspiriamo, forse. Daltronde l'attore mette una maschera, ma se non crede realmente in essa, la sua recita non ci convincerà. Miaoooooo

Lucien ha detto...

Ognuno ha le sue maschere.
Ci sono maschere comode ed altre più difficili da portare.
Alcuni sotto la maschera ne celano altre...

Geniale come sempre Oscar Wilde

Isa B. ha detto...

Io indosso una maschera costantemente,,per me è un po' come una difesa..
Un bacio!

evaluna ha detto...

Io porto perennemente una maschera, mi serve a nascondere il mio dramma...
Un sorriso di conforto, una parola per tutti al momento giusto, voglia di aiutare chi e' in difficolta'...e dietro, invisibile agli occhi altrui, l'inferno.
Un abbraccio
Dony

Angel ha detto...

Le maschere diventano pesanti da portare ad un certo punto. Passata la sensazione di sicurezza che si ha all'inizio dopo non capisci più dove sei tu e confondi il tuo essere con la tu maschera.

Non ne voglio portare. Non più. Se non per gioco. Un gioco con regole e che ha n inizio e una fine. Non servirebbe a nulla.

Bellissima riflessione quella sulla bellezza e dintorni.

calendula ha detto...

ognuno di noi idossa milioni di maschere giornaliere.... anche quando ci guardiamo allo specchio indossiamo una maschera, il protagonista di " uno nessuno centomila" specchiandosi inaspettatamente in una vetrina scopre un io che non conosceva.... stenta a riconoscersi.... noi siamo maschere

zoé ha detto...

Hai perfettamente ragione ...
Spesso è proprio quella maschera che ci protegge e preserva ogni sorta di pericolo .. almeno a livello sociale ... scrissi anch'io qualcosa del genere circa 1anno fa ..
Ottimo post il tuo ... ;) Notte! Zoe.

Clelia ha detto...

Scrissi questo post nel 2007. Rileggendolo mi è sembrato giusto riproporlo poichè credo, oggi più che mai in ciò che ho scritto 2 anni fa :)

fabio r. ha detto...

un tema che mi affascina e mi intriga da sempre... a partire dall'etimologia. la parola PERSONA infatti è il termine greco per MASCHERA, bello no? come se ogni singola persona in fondo non fosse che una maschera, e poi mi viene in mente Pirandello (le maschere nude) e Büchner con il suo Danton ("L'uomo è una maschera, se strappi via la maschera viene via tuta la faccia..") insomma avrei da parlarne per ore, ma mi fermo. e ti saluto!

semplicemente valentina ha detto...

Ah questo delle maschere è un argomento che a me piace moltissimo Clelia...
Le maschere purtroppo servono per rapportarsi agli altri, spesso indossiamo maschere che gli altri ci impongono di indossare, guarda al lavoro per esempio...Alle volte le indossimiamo per proteggerci, come una sorta di difesa, altre ci sentiamo più veri se si indossa una maschera...
Ma quando si riesce a vedere quell'infinito millessimo di secondo in cui una persona cambia maschera, o abbandona il tutto per mostrarsi così com'è, allora è come se si è illuminati dalla bellezza umana...
Si vede il loro flusso senza pensare al cosa penserà la gente, vivendo per cosa si è, senza falsi sorrisi, senza frasi di circostanza.. Si è veramente se stessi..
A volte la maschera non c'è in quell'attimo in cui la mente si risveglia da un buon sonno, quando ancora l'incoscenza che forse è il vero nostro io, prevale su pensieri ragionati e pesati..E' bellissimo ''spiare'' quell'istante..
A volte l'uso delle maschere risulta falso,è vero, perchè le persone non riescono ad essere quelle che vorrebbero essere indossando quella maschera, altre le usano per far male ad altre...
Noi tutti, siamo uno solo, centomila persone, e nessuno...
Pirandello...my first love! :)
buona giornata e grazie per la visita

Ormoled ha detto...

La nostra maschera p qualcosa che comunque ci appartiene, ma non mostra tutto di noi. Anche il blog è una maschera se vogliamo. Il bello della maschera è che nasconde molte sorprese dietro perchè noi sempre siamo oltre le aspettative che la maschera stessa da.
Il problema può sorgere quando non riusciamo a tirarcela via perchè agli altri può far comodo la nostra maschera.
Ciao

*La Jas... ha detto...

per la prima volta ho trovalto qualcuno che indossa le sue maschere così come le indosso io...senza falsità ed ipèocrisia.

Luca and Sabrina ha detto...

La maschera è tutto quello che hai scritto, ma sono anche le nostre sfaccettature. La maschera non è solo finzione, a volte è un compromesso, a volte è una difesa, a volte è il nostro darci forza.
Ed è anche ciò che ha scritto Wilde.
Baci da Sabrina&Luca

Gao ha detto...

il post sara' anche vecchio ma il tema e' immortale!
un altro bellissimo post.

zefirina ha detto...

io non ci vedo una connotazione negativa, a volte indossare una maschera serve anche noi che la portiamo per riuscire ad andare avanti e non pesare su chi ti sta vicino e si affida a te, a volte invece è un divertimento per sentirsi qualcun altro, qualcuno che non possiamo essere se non in quel momento

p.s. io adoro il carnevale che permette il travestimento senza che nessuno ti venga a giudicare

Vittoria A. ha detto...

E' vero cio' che hai detto sulle maschere. E le piu' pericolose sono quelle che si fondono con la persona stessa, quelle che si rischia di usare per illudere noi setssi innanzi tutto. Oscar Wilde e' sempre sottile e geniale!

Wendy ha detto...

io credo di essere me stessa solo quando mi "travesto" riesco ad essere me stessa. e purtroppo si tratta di un lusso che posso concedermi poche volte.

-ELA- ha detto...

Maschere? Ne ho conosciute fin troppe di ipocrisia e falsità. Ciao Clelia, bellissimo post.

L'armadio del delitto ha detto...

Che buffo: è stato l'argomento di conversazione della cena di ieri sera! Affascinante il concetto di maschera. Cambia anche molto il suo uso a seconda delle culture.

Gianni ha detto...

Una sottile patina che fa intravedere i lineamenti...e l'espressività può essere colta, l'umore, lo sguardo e le possibili intenzioni. Ma se una coltre spessa fuorvia...inganna, tende alla mistificazione, è doppia...allora certo non può essere, credo, considerata positiva. Per il resto certo ne abbiamo bisogno soprattutto per difenderci e non farci molto male...poi, il cuore... quando c'è lui, impossibile mascherare certe emozioni...

Post interessante...a presto...

luly ha detto...

Non condanno del tutto le maschere. Talvolta fidate complici di una realtà troppo cruda da rivelare.
I give you a big hug, dear Clelia:O)

Nicole ha detto...

C'è poco da aggiungere...sono d'accordo con te e Oscar Wilde. Dietro la maschera liberiamo la parte migliore o peggiore di noi. Senza filtri. Senza maschera mentiamo agli altri, ma principalmente a noi stessi.

Nicole ha detto...

Scusami, ho letto con più attenzione...diciamo che allora sono d'accordo con Wilde. E' un po' contorto come discorso.Io riesco ad essere me stessa quando gli altri pensano io finga e porti una maschera.
Ma preferisco non spiegarmi pubblicamente.

Lindalov ha detto...

"Dietro una maschera si celano le nostre molteplici identità e al contempo c'è l'essenza del nostro essere che si costruisce attraverso la quotidianità e si confonde tra i sogni."
Piace tanto questa parte qui.

Credo che ciò che si riveli falso agli occhi altrui sia sempre una verità.
Le maschere le vedo sia positive, sia negative, utilissime a volte, inutili e limitative altre. Interessanti ai party :D

Dipende.

Un abbraccio e auguri!

Pupottina ha detto...

pienamente d'accordo con Wilde e con il tuo post...
anche io mi rendo conto di essere più sincera nei panni di Pupottina che nella vita reale....
buona domenica!!!

^___________^

Eli ha detto...

Mah...mi sono soffermata su una sfumatura della tua riflessione, dici: qualcuno le darà un significato negativo....ecco...credo che in ognuno di noi ci siano sfumature, che diventano maschere di trucco quando in qualche modo dobbiamo o vogliamo mentire o celare o proteggere, la maschera vera e propria la vedo più come la menzogna sporca, il volta faccia, quello si che lo tollero poco. Ma il resto...fa parte della nostra fragilità e debolezza.
Anche chi sostiene di essere sempre se stesso può aver indossato un velo di trucco un giorno per non mostrare una lacrima o un ghigno sotto i baffi.
Non è che si possano mettere ogni volta in piazza i propri guai perchè forse sono quelli i più celati, le gioie traspaiono meglio, forse eh...così suppongo io.
potrei farci una poesia eheheh....vi toccherà sorbirvela!

un bacetto sul nasino buona domenica

skeggia di vento ha detto...

io sono molto pirandelliana inside... porto maschere ogni giorno, a volte non mi riconosco neanche io... forse non esisto, sono sono un mucchio di maschere accatastate... o forse sono semplicemente una menzogna in piedi...

il tuo blog... uno chic oversize...

Guernica ha detto...

Non in senso dispregiativo ovviamente, posso dire che la mia Maschera è il Blog...^___^

alessandra ingrid ha detto...

..capita che indosso una maschera per me stessa ,mi diverto a metterla e a toglierla, ma poi quando decido di toglierla per lasciarla su di un mobile o appesa accanto allo specchio ,mi soffermi a guardarmi e mi riscopro ..la maschera non è solo un nascondersi o proteggersi, visto da un lato positivo è anche creatività,uno sbizzarrirsi servendosi delle nostre mille e una sfaccettature..commedia dell'arte..comunicazione,anche possibilità di approcciare e abbattere cautamente tabù.

Buona giornata, ciao Clelia ..che tempo fa a London?

mIsi@Mistriani ha detto...

tempo fa in un post,citavo dumas

Ogni falsità è una maschera,

e per quanto la maschera sia ben fatta,

si arriva sempre, con un po' di attenzione, a distinguerla dal volto.

Alexandre Dumas

ma alla fine fra parentesi,dicevo:
come vorrei che avesse ragione,Dumas

☆♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

forse non gradirai...ma io pesno che NOI siamo un popolo di gente in maschera,una maschera fatta di meschinita',ipocrisie e rancori sopiti,POI quando esplodono...il cielo ci aiuti!!

Chandana ha detto...

il brutto è quando inizi a lavorare su te stessa e le vedi..o credi di vederle..comunque quando arriva un minimo di consapevolezza arriva anche una bella botta!
Una persona mi parlò di aver partecipato ad un seminario in un centro..un seminario sul mostro interiore che ognuno di noi ha..maschere, mostri...dentro di noi un pozzo senza fondi pieno zeppo di.."sorprese"

Clelia ha detto...

@ gabrielle: Ti sbagli quando scrivo che non gradisco la tua opinione, poichè tu sei riuscita a cogliere la sumatura più scura del mio post.

Mital ha detto...

This is so true! When I wear my Iron Man costume I become a superhero! :)