lunedì 25 ottobre 2010

Con il silenzio tu muori - With silence you die


Sono insofferente alla stupidità e rispondo con il silenzio. Nell'assenza ci può essere tutto quello che penso di te. Se non ti degno di una risposta, se non provochi in me neanche un minimo sentimento allora tu non esisti, non sei neanche un ombra e con te la partita del confronto non la inizio neanche: non ti reputo degno e non ti do potere di replica al mio silenzio, perchè il mio pregiudizio si è tramutato in giudizio e tu vali meno di zero. Non ti puoi appellare. Se io mi avvalgo della facoltà di non rispondere tu ne devi solo prendere atto. Già altre volte ho lasciato scivolare le parole degli idioti, quelle persone che sparano a zero senza sapere neanche di cosa parlano: i ciarlatani per capirsi. Tra le loro righe ho letto l'odio che provavano per me, ho visto le loro lacrime di pentimento, il loro ritrattare. Ed io ancora in silenzio. Il silenzio è d'oro e la migliore arma contro chi non sa di che parla: gli idioti appunto che a cadenza regolare incontro sulla mia strada. Dovrei avere compassione per loro ed invece li ignoro. E' passato il tempo delle grandi battaglie per farli cambiare: un asino è sempre un asino anche se crede di essere Varenne. Dalle mie labbra non esce neanche un suono, non una riga che possa alimentare il loro ego frustrato e vanesio. Con il silenzio io lascio morire le tue speranze di vendetta, le sole che danno senso alla tua inutile vita, con l'assenza io ti cancello, con l' indifferenza tu cadi nell'oblio.

Foto by Berna Vong
ps. La foto che vedi in alto e' coperta da copyright, Nessuno puo' appropriarsene senza la dovuta autorizzazione

English Version


I am restless to stupidity and I reply with silence. In my absence there can be everything I think of you. If you don't deserve an answer, if you are not able to produce any of my feelings, then it means you do not exist and so I don't begin a fair confrontation with you because I consider you not worthy of my attention. This happens when my prejudice turns to a final judgement and I judge you are equivalent of zero. You can not appeal to my decision. If I make use of the right of silence you have to take cognizance of it. Other times I have dropped all words told by idiots: people who often speak without having knowledge of what come out of their mouths. I am referring to charlatans. I read between the lines their hate addressed to me, I saw tears of penance and finally withdrawing. In the meantime I was still in silence. Silence is gold, is a great weapon against stupid person that unfortunately I meet frequently on my way. I should have pity on them but I tend to ignore this kind of people. The time when I thought I could change them is gone. A donkey is still a donkey even though he thinks he is Varenne. No sounds from my lips, not even a line that can feed their frustrated and vain egos. With silence I let your hopes of vendetta die, with absence I delate you, with unconcern you are completely forgotten.

Ps.The pic in the Italian post was taken by my friend Berna and it is covered by copyright. Nobody can take it without an explicit permission.

20 commenti:

Federica ha detto...

e fai bene... per esempio a me se uno non risponde posso anche impazzire, i silenzi tagliano molto più di tante parole!

enrica ha detto...

Accidenti... Certo, però, che non si può dire che questa persona non susciti l'odio sebbene silenzioso...

Clelia ha detto...

@ENRICA: Mi scontro, critico, anche fereocemente, e dibatto con una certa "garbata insolenza" solo chi è in grado di capire il senso delle mie parole e ne possa ricavare un insegnamento o un vantaggio. Dall'altro canto, egoisticamnete, cerco l'altro punto di vista, opposto al mio, per aprire i miei orizzonti e crescere nel confronto.
A questa persona, ma io userei anche il plurale, visto che ho parlato di "idioti che incontro quotidianamente sula mia strada", ho riservato il silenzio, una punizione ben più grave, proprio perchè non reputo chi pago con il silenzio all'altezza di uno scambio di idee costruttivo.

Comabttere contro la chiusura mentale equivale a perdere tempo, ed il mio tempo è prezioso.

Grazie comunque del tuo commento e della tua presenza nel mio mondo.

Clelia

enrica ha detto...

Cara Clelia,
grazie a te per aver risposto. Sappi che comunque concordo sul fatto che è meglio ignorare alcune persone che non sono state dotate del bene dell'intelletto in misura tollerabile...

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Provo questi tuoi sentimenti per una persona che ha fatto parte della mia vita per tanti anni, per troppi anni e capisco in piano quello che tu hai comunicato nel tuo post così intenso e ricco di significato. Ci sono persone che non meritano nemmeno di essere odiate.

Ross ha detto...

Mi ritrovo molto in questo tipo di reazione. Non c'è niente che fa andare in bestia certe persone come il fatto di ignorarle... e nel silenzio, ci si gode con superiorità e soddisfazione anche il loro ridicolo provocare.

Kylie ha detto...

A volte con il silenzio si fa più male che con mille parole. E' un modo di reagire in cui mi ci ritrovo.

Un abbraccio cara

nedjma ha detto...

as salam clelia,
condivido la tua politica e il tuo atteggiamento, giusto, per persone che sono solo piccoli fati umani che esistono solo quando vengono alimentati dal nostro dissenso. Il silenzio é dei saggi. In questo caso delle sagge.
as salam alaikum
nedjma

fabio r. ha detto...

qualcuno ha detto che il contrario dell'amore non è l'odio, è l'indifferenza, perchè l'odio è comunque un sentimento, l'indifferenza è la mancanza di sentimenti...

Luca and Sabrina ha detto...

Sono così anche io, un tempo mi scaldavo e mi infervoravo non solo contro la stupidità umana, ma soprattutto contro la grettezza mentale. Poi mi sono resa conto che sprecavo solo tempo ed energie, un asino rimane un asino sempre e comunque,come hai scritto tu, quindi l'indifferenza è la risposta migliore. Non mi ritengo superiore a nessuno, il mio punto di vista non verte intorno al concetto di superiorità, è solo che non riesco a confrontarmi con determinate persone, l'importante è che stiano dentro ai loro pascoli. Sarà un mio limite, qualcuno potrà dire, ma come ti capisco!
Buona settimana
Sabrina&Luca

M.Cristina ha detto...

E' un post duro, un comportamento duro, ma a volte necessario. Sono una persona dalle mille possibilità, però se arrivo a dire basta sono drastica ed è veramente basta. L'indifferenza ferisce, l'indifferenza ed il silenzio lasciano l'altro nel luogo sospeso delle possibili interpretazione ed è una punizione dura che credo vada applicata solo in casi particolari. Ma volte la stupidità che può trasformarsi in cattiveria non lascia alternative.
Baci

Clelia ha detto...

Decido raramente non dare risposta. Tento sempre di capire il punto di vista contrastante, ascolto e valuto . Se capisco che le parole che escono dalla bocca sono solo idiozie conclamate, allora e solo allora non do ultimi appelli.

@Mariacristina e Federica: Con il mio silenzio, io non intendo punire nessuno. Il mio e' totale disinteresse, un assenza che e' vissuta come una punizione, proprio perche' se non si ha risposta alla provocazione si comprende, o si dovrebbe comprendere, il condizionale qui e' d'obbligo, quoto stupidi si e'.

@ Erica: Non posso dire di odiare gli idioti... sarebbe idiota non credi? Il mio veleno lo riservo a chi reputo un degno avversario, chi per intenderci colpisce nel segno, mi ferisce o provoca in me sentimenti negativi forti. L'odio e' un sentimento molto incisivo, e per farlo uscire e e per farlo emergere si devono aprire varchi emozionali altrettanto ampi. Nel caso specifico del post, posso assicurare non c'era odio, ma solo voglia di distaccarmi da chi "parla senza sapere quale e' l'argomento" . Non impartisco lezioni a chi non e' in grado di capirle.

Vorrei ringraziare pubblicamente tutti voi che mi seguite e che mi onorate sempre dei vostri pensieri. In questo periodo sono molto indaffarata, ma non manco mai di pubblicare i vostri commenti che per me sono sempre fonte di riflessione.

Clelia

naimablu ha detto...

Amo il silenzio, quando è pieno, altrimenti, a mio parere, è solo un escamotage usato di chi non riesce a trovare il coraggio di palesare la verità. Sono stata "vittima" d'un silenzio simile.
Il tuo, mia cara Clelia, è ben diverso.
È il silenzio di chi, vuol impiegare le proprie, preziose parole per qualcuno che sappia serbarne ed apprezzarne l'unica, preziosa essenza.
Ti comprendo, completamente!
Un abbraccio forte :)

Federica - Bullets and butterflies ha detto...

beh la tua foto è in linea con una delle ultime che ho pubblicato...
forse perchè entrambe crediamo che molte volte la gente farebbe meglio a tacere o forse perchè spesso preferiamo tacere che dare soddisfazione a chi vorrebbe perdessimo le staffe, una specie di silencio lynchiano!
lo scontro di idee e di opinioni a mio parere è costruttivo solo se dall'altra parte non vi è un muro di ottusità...

MadameSrl ha detto...

Sante parole

Nicoline ha detto...

Love your blog! And great post!
I hope you will visit or follow my blog:)
www.abitofeverything-nicoline.blogspot.com

nocturno ha detto...

L'indifferenza è la più crudele delle torture. Vivi stupido, ma non avvelenare tutto, o ti ignorerò!

BitterHoney ha detto...

Il silenzio penso sia l'arma più temibile, fa sentire l'altra persona uno schifo. Non degna di considerazione, completamente ignorata.
A volte può essere scambiato per debolezza, per incapacità di ribattere...ma dipende dalla situazione.

Ogni tanto lo faccio, rimango perfettamente impassibile, senza pronunciare parola, creando un'atmosfera orribile per l'altro, normale per me.
Ma più che con quelli che parlano a vanvera (si li ignoro anche io, ma in modo leggermente diverso) entro in modalità silenziosa con le persone che non sopporto e che si sono comportati male (ma soprattutto malissimo) con me. Seconde possibilità non servono a nulla.

Clelia ha detto...

@nocturno:ho letto e riletto il tuo commento e mi sembra di una lucidita' e logica disarmante. hai senz'altro colto la sfumatura piu' vera del mio post. il fatto e' mia cara e nuova amica che gli idioti non finiscono mai di sorprendermi, anche quando non li degni di uno sguardo credono di averla vinta... ho usato il temine credere perche' la loro convinzione e' labile quanto se non meno la porzione dei loro inutili cervelli.

GIALLOSANMARINO ha detto...

Mi ritrovo nella visione assolutamente cruda e reale delle tue parole, sentendomi spietata e fredda. Realizzo che gl'idioti sentenziano di me e per me troppo gratuitamente da poter giustificare una simile libertà indecente.
Condivido il tuo stesso silenzio da circa un anno asciugando le loro bocche che si disseteranno altrove! _marY