sabato 13 novembre 2010

Uno stato di Calma Apparente - The state of outward calm

Il sole riscalda la finestra della mia camera, non una nuvola ad ombrare il cielo, il profumo del caffe' che si espande tra le mura di casa mia. Fuori solo il fruscio di un vento lieve che scompiglia le fronde degli alberi. Uno stato di calma apparente. Il vento freddo del nord stacchera' anche le foglie piu' tenacemente attaccate ai rami, la pioggia impetuosa le trascinera' lontano, e i tuoni squarceranno il cielo limpido con lampi di luce accecanti. Aspettero' che la tempesta arrivi fino al mio porto. L'esperienza mi ha trasformato in un marinaio accorto, e come ogni buon marinaio ho imparato che per sopravvivere alle tempeste bisogna esserne parte integrante. Non ci sara' il tempo per le esitazioni, terro' stretto il timone, e guidero' la mia nave in un'altra oasi dove regnera' ancora lo stato di calma apparente. Se cio' non dovesse accadere, se non riuscissi a divenire parte della tempesta, sara' allora inevitabile la caduta. Ci vuole una certa maestria nel cadere, e spero di poter mettere in atto tutto cio' che ho acquisito in merito. In questa apparente quiete che preannuncia la tempesta, stringo tra le mani le poche cose certe che possiedo, e attendo che il cielo si oscuri e la calma diventi battaglia.

Foto: Roberto Raschella'. Copyright


English Translation



My room is getting heat by the sun coming from the window, there is no clouds in the sky and an aroma coffee is spreading all over my house. I can see outside only a wind rustle that lightly mess up foliage on trees. It is a state of outward calm. Sooner or later the cold northern wind will come and it is going to pull out all leaves including those so sticked out to branches. The wild storm will drag everything off and stroke of lightning will cut the sky. I am waiting for the arriving of such storm in my harbour. Experience made me into an expert sailor, and as a good sailor knows, in order to survive during a storm, it needs to be part of it. There will be no time for hesitations, I am ready to hold my rudder and I'll drive my boat in another oasis in which I will still find a state of outward calm. If this is not going to happen, if I can not be part of the storm, a downfall will be inevitable. During a tempest, it needs to have acquired a certain training to fall out without passing away, and I hope to put in practice all I learned from my past. In this state of outward calm that is foreshadowing storm I am keeping few sure things on my hands I am waiting to seeing the sky turning out darkish and calm changing into storm.

Pic by Roberto Rascella'. All right reserved

12 commenti:

Ellys...o meglio Martina ha detto...

questo post è bellissimo, mi piace la metafora cche hai usato!

we-news ha detto...

Salve.
Abbiamo conosciuto il suo blog tramite una nostra amica che la segue. Gestiamo una importante Testata Giornalistica Online e gradiremo contattarla in privato per proporle di scrivere con noi ove avrà una maggiore visibilità.
Se può essere interessata, ci contatti anche tramite la nostra Fan Page: http://www.facebook.com/pages/we-newscom/135368999810889
Cordialissimi saluti

Felinità ha detto...

- ..... e come ogni buon marinaio ho imparato che per sopravvivere alle tempeste bisogna esserne parte integrante. -

Mi piace molto quest'immagine, la sento come un imperativo vitale necessario per andare avanti sempre. Miagolii autunnali su un tappeto di foglie arruginite miao

... daisy... ha detto...

L'importante è essere preparate per la battaglia!

Tintarella di... Luna ha detto...

La quiete dopo la tempesta...bellissima metafora-
Ah... e ricorda sempre, che dopo la tempesta tornerà a splendere il sole!

Vittoria A. ha detto...

Ciao! Scusa l'assenza, mi e' piaciuta moltissimo la tua metafora e l'insegnamento che contiene. Come sempre tratti argomenti interessanti.

Kylie ha detto...

Un post splendido davvero.

Un abbraccio cara e buon lunedì!

zoé ha detto...

Bellissima!

zefirina ha detto...

e dopo la tempesta...la quiete di leopardiana memoria

Si rallegra ogni core.
Sì dolce, sì gradita
Quand'è, com'or, la vita?
Quando con tanto amore
L'uomo a' suoi studi intende?
O torna all'opre? o cosa nova imprende?
Quando de' mali suoi men si ricorda?

Clelia ha detto...

@zeferina: e il navigar m'è dolce anche in mezzo ai lampi e le tempeste : )

BitterHoney ha detto...

Mi ha catturata il tuo post :)

Squilibrato ha detto...

Bel post.

E il navigar par dolce nel'uragano.