giovedì 25 giugno 2009

Le donne si vendono meglio dei prodotti - Women sell more than products




Tutto iniziò quando una donna prese La mela. Da allora il mondo cominciò a girare intorno al gentil sesso che oggi più di ieri risulta essere il "brand" più quotato.

All started when a woman took The Apple. From this moment the word turns around what is called " Gentle gender" that today more than yesterday is the most famous "brand".

Credo che questi pochi esempi, valgano più di ogni parola.

I believe that this few examples are really clear to explain market situation.












































































Facendo poi le dovute comparazioni tra le pubblicità di oggi e del passato... vediamo che succede...

I am doing some comparisation between present and past advs.











Oggi- Today











42 commenti:

darksecretinside ha detto...

Questo è un post interessantissimo e che apre mille argomenti e dibattiti..quindi comincio subito con il farti i miei complimenti.
Dire che sono esattamente daccordo...è un termine sbagliato...perchè questa è una realtà oggettiva che non ci pone altro che "il sesso" ed il nudo femminile al centro di tutto....
per quanto possa comprendere tale business che (visto con l'occhio aziendale) porta ad incrementare odiens e soldi...non nascondo di essere parecchio stufa di vedere tutte ste donne nude che girano dappertutto...
Ti lascio solo con un pò d'ironia...
E se finalmente ci mostrassero un pò di maschietti?

Pupottina ha detto...

che dire? il ruolo della donna sembra immutato nel tempo!
povere noi!
quello che siamo e per cosa ci vorrebbero fare rimaniamo sulla cresta dell'onda in campo pubblicitario O_O

buon proseguimento

duhangst ha detto...

Penso proprio che bastino

poet ha detto...

OMG, some of the older ones are truly horrible! I keep being amazed at how slowly emancipation progressed even after women's vote and official gender equality. Glad that nowadays' ads mostly emphasize the effect of feminine beauty and not of negative clichés. They may still seem sexist to some, but then, you also get to see plenty of half-naked handsome young men in the media...

Magdalena ha detto...

Big hugs from Poland! Un bacio :-)

Carlo De Petris ha detto...

Vogliamo parle di questa? http://3.bp.blogspot.com/_-Jo--h8OVDs/Sh8PUB_t9dI/AAAAAAAACVU/JNWNq7VFIjE/s1600-h/abbiamo+le+poppe+pi%C3%B9+famose+d%27italia.jpg

Nel mondo della pubblicità pare quanto mai sempre vero il vecchio detto "Tira più un pelo ..."

Luca and Sabrina ha detto...

La pubblicità è l'anima del commercio. Bisogna attrarre l'attenzione, lanciare messaggi subliminali. La donna diventa oggetto, è il primo oggetto del desiderio. E' interessante notare l'evoluzione della figura femminile nelle pubblicità, dal passato ai giorni nostri. Allora la donna si presentava in modo più casto, ma l'accento era spostato sul suo ruolo, sottomesso rispetto alla posizione dell'uomo. Ora questo aspetto è molto molto più marcato. Ancora sottomissione nonostante l'aspetto felino ed aggressivo della donna. This is a man's world!
Baci da Sabrina&Luca

Erica ha detto...

Il problema è che ormai nemmeno noi donne ci facciamo più caso.. Non ci rendiamo conto fino in fondo delle enormi contraddizioni che ci sono nel mondo. Ci sono paesi in cui una donna non può nemmeno farsi vedere il pubblico a capo scoperto.. Mentre qui..

Ric Thompson ha detto...

Thanks for following and your comment about the Louvre (with which I'm in love). So excited about tomorrow that I can't sleep...again.

Kylie ha detto...

Ci sarebbe un mare di parole da dire, in effetti le donne sono un bilgietto da visita molto importante per vendere un prodotto.
Ultimamente anche gli uomini sono diventati un oggetto, ci sono pubblicità in cui sono corpi da ammirare, niente di più.

Un abbraccio e buon week end!

olga ha detto...

gracias! very nice pics!

giardigno65 ha detto...

verissimo, ma è giusto dire che si vendono ?

Ora comunque ci sono anche gli uomini sul mercato (vanità contro vanità)

zefirina ha detto...

erica io invece ci faccio caso, ma non lo dico per tema di venir tacciata di invidia avendo raggiunto la mezz'età, devo dire che nemmeno la vecchia pubblicità della coca cola con quel giovanotto tutto muscoli mi faceva impazzire, preferisco le pubblicità ammiccanti alla clooney
e odio anche quelle con quelle finte famiglie felici!!!!

infatti non accendo più la tv da secoli e me le sorbisco solo al cinema

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Post perfetto. Oserei dire che la differenza tra passato e presente é soprattutto in una maggiore spettacolarizzazione del nudo eda ancor meno pudori nel mostrarlo.

Direi in sostanza che cambiano gli sfondi ma il tema principale resta immutato.

Devo dare peraltro ragione anche ad Erica aggiungendo come ad una sorta di assuefazione e rassegnazione a tutto questo anche da parte di molte donne, si aggiunge la corsa a questo tipo di celebrità basata sul corpo da parte di molte ragazzine che aspirano ad essere veline e quant'altro di simile.

E' il frutto di anni di indottrinamento televisivo con programmi spazzatura che hanno lentamente ucciso programmi più seri e non per questo seriosi e noiosi, solo più intelligenti e divertenti.

La morte televisiva dello show di Crozza su La7 é l'ultima delle tante prove, a mio avviso, di tutto questo.

Alfa ha detto...

Dalle mie parti c'è un detto, piuttosto volgare (me ne scuso), che rende bene l'idea: "Tira più un pelo di f*#@ che un carro di buoi".

Clelia ha detto...

Ho letto con attenzione tutti i vostri commenti e ho .... diciamo investigato su quali e quante pubblicità usino corpi maschili. Devo dare atto che si... ci sono pubblicità che usano bei maschietti per vendere ma sono davvero in minoranza. A parte Calvin Klay e le sue mutande griffate, Light blue e il bronzo di Riace sul gommone, non ne ho trovate altre.

Concordo con Darksecretinside, la donna bella e voluttuosa porta audience e soldi... o come dice Alfa... tira più....

Ps. Un caòldo benvenuto ai nuovi arrivati

Clelia

-ELA- ha detto...

Questo dimostra come tutto gira intorno al sesso..è scandaloso..ormai per vendere un prodotto bisogna togliersi i vestiti..e la donna è vista spesso come un oggetto a causa della televisione, giornali e pubblicità..bel post complimenti =)!!

Gambero ha detto...

Abbè, machismo rules..
Il tipo in bianco e nero che sculaccia la mogliettina per il caffè riuscito male, beh, che dire.. Niente va.

Scarlett ha detto...

Non so se mi fa arrabbiare più la pubblicità della donna relegata al ruolo di cuoca del marito, o una qualsiasi di quelle attuali, con donne seminude. Però è vero che perlomeno nelle moderne pubblicità la donna è oggetto del desiderio e in qualche modo "padrona", con gli uomini ai suoi piedi...forse meglio così che tacciata di incapace in ogni settore tranne che in cucina. Certo che siamo ancora ben lontani dalla parità, checchè se ne dica.

Mistral ha detto...

Il ruolo della donna è sempre incantare

Federica ha detto...

è tutto molto squallido

Carlo De Petris ha detto...

il peggio poi è che più passano gli ani, più le persone si abituano a certe visioni, più c'è il bisogno di dare immagini "estreme e trasgressive" in dosi maggiori, altrimenti non colpisci e lo spettatore non memorizza il marchio.

per esempio: vi ricordate di questa? http://www.seduction.net/immagini/855.jpg

oppure più recente c'è questa ispezione un pò troppo accurata: http://download.kataweb.it/mediaweb/image/brand_repnapoli/2009/01/31/1233420075508_6.jpg

Quando pensiamo che si è arrivati al fondo, forse ci dimentichiamo che si può sempre prendere una vanga e scavare ancor di più :|

marian. ha detto...

a volte è come se la bellezza non riuscisse proprio a comunicaarsi nelle sui infinite versioni, allora si usa solo il corpo femminile in quanto immediatamente accessibile e maggiormente disponibile. manca forse un'educazione all'estetica? estetica intesa non come centro di bellezza dove ci si abbronza o ci si fa la ceretta, ma estetica intesa quale scienza e che contiene correnti di pensiero davvero interessanti. ma chiudo pessimisticamente, si fa ancora ricerca e diffusione intelletuale oggi?

Silvia ha detto...

Tutto SEMBRA cambiato e NULLA è cambiato... le donne vengono ancora "usate" per le réclame di questo o quel prodotto con rimandi più o meno espliciti alla sessualità... soprattutto quando con la sessualità non c'entra nulla il prodotto da pubblicizzare. E' uno schifo e la cosa peggiore è che le donne non capiscono quanto sia degradante tutto questo e continuano a prestare il proprio corpo per le ignobili pubblicità create da pubblicitari rozzi, maschilisti e sessiti. Ho fatto almeno un paio di post sulla pubblicità sessista e la situazione non fa che peggiorare...

Tutto questo schifo grida vendetta! Abbasso la pubblicità sessista!

elettra ha detto...

Ma forse anche noi donne dovremmo farci anche un po' un esame di coscienza... nel senso, finchè ci saranno ragazze pronte a tutto pur di diventare veline, vallette, miss e sgallettate sarà sempre un circolo vizioso...

Miss Dickinson ha detto...

Mai come oggi la donna è vendibilissima, più del prodotto che reclamizza.
La cosa strana è che anche quando devono vendere qualcosa a noi donne, mai che ci mettano davanti un bel moraccione, macchè. Sempre la ragazzetta bellisssima e magra che cerca, forse, di inculcarci una insana competizione.
E' proprio sbagliato il principio, secondo me.
Bacioni!

Dr. Lauren ha detto...

A beautiful and insightful blog.

frufrupina ha detto...

Ciao dolce creatura!!!bellissimo il tuo blog!!interessante questo post,vero condivido con la cara Dark,non si fà altro che vedere sempre donne e done nude,o seminude...perchè non gli uomini?Ciao bellissima e complimenti sei davvero dolcissima.Dolce serata.

UIFPW08 ha detto...

Brand and businesses... It's the questions. NO women..no cry

Alligatore ha detto...

Bel post, che dice molto sulla nostra società dell'immagine grazie a delle immagini. Strano che a nessuno sia venuto in mente che ormai anche in politica (almeno in Italia) si usa il corpo femminile per vendere il "prodotto politica". Con molto successo, tra l'altro.

Hen ha detto...

Bellissimo blog! E i post in doppia lingua "sono semplicemente geniali"! Ti rispondo qui visto che ci sono: qui in Italia della Fawcett già appena defunta se n'è sentito poco, ma appena ricevuta la notizia è come se non fosse mai esistita! C'est l'Italie!

Irish Coffee ha detto...

verissimo
mi chiedo però come mai la mela l'abbia presa proprio la donna
o l'han fatta prendere....
un segno del destino?
..nulla avviene per caso, questo è certo..

buona giornata

Yuki ha detto...

Grazie per essere passata da me. :)

Molto interessante il confronto tra vecchie e nuove pubblicità...
Concordo pienamente con elettra. Anch'io ritengo che le prime nemiche delle donne siano le donne stesse, quelle disposte a mercificare il proprio corpo per raggiungere i propri obiettivi. E aggiungerei, non solo nell'ambito dello show biz, ma anche in quello universitario, politico e aziendale...

Clelia ha detto...

Alcuni di voi hanno giustamente sottolineato come il corpo delle donne sia "usato" anche in altri ambiti. Mi riferisco alla politica , per esempio. Vorrei ricordare che ho scritto anche di questo... se avete voglia leggete il mio post Mignottocrazia. Credo di aver spiegato bene il coinvolgimento delle donne in politica.

Clelia

Aya Smith ha detto...

I love all of these photos, and look at how gorgeous and sexy Hayden looks! wowzers...

Nicole ha detto...

A me piace il tuo blog...Mi piace che s
vai al nocciolo del problema ed hai gusto. Pure io oggi hon trattato l'argomento.

Morto di fame :( ha detto...

ciao Clelia passo per un saluto e un abbraccio. Grazie di tutto.

nollyposh ha detto...

Great post X:-) In some ways nothing has changed as women are still used as objects of beauty to sell things sighhhh...

*Vale ha detto...

Ciao
anch'io avevo notato l'onnipresenza delle donne nelle pubblicità.
Ricordo ancora la mia sorpresa della pubblicità Lacoste con un uomo, la sua barba incolta e il suo sedere da David di Michelangelo.

Licia Titania ha detto...

Davvero interessante questo post e curiose le foto che hai scovato.
Per il ruolo della donna nella pubblicità, e anche nella vita, come dicono i francesi: più cambia, più è la stessa cosa...Ciao.

Marilena' ha detto...

Mi é piaciuto questo post (:
ottimo blog :)

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)