mercoledì 21 maggio 2008

The Witchcraft Hysteria




Coltri di nebbie infauste avvolgono la mente degli uomini quando impugnando la forza della superstizione condannando donne innocenti ad essere purificate dal fuoco poichè solo il sacro fuoco purificatore potrà redimerle dall'essere streghe.

No questo non è un racconto tratto dal Medioevo ma una cruda realtà odierna fatta di vite, sogni e speranze infrante dall'illogicità di un pensiero astratto costruito senza il benchè minimo barlume di ragione. Quindici donne keniote sono salite sul patibolo con l'accusa di stregoneria, tacciate di portare il male nel piccolo villagio di Nyaeko, 300 km da Nairobi. Un ultimo sguardo verso la vita quando la folla le trascina sulla pubblica piazza, il verdetto finale e poi le fiamme sulla pelle accompagnate dalle urla festanti dei cacciatori di streghe. Non si sentiva più parlare di questa ignobile pratica dal tempo del processo inquisitorio a Salem, cittadina del Massachussets che io voglio raccontare. Durante il gelido inverno del 1692 la piccola Betty Parris, di 9 anni, figlia del reverendo Parris, e la cuginetta Abigaill Williams di 11, vengono colte da convulzioni, cadono in stati vegetativi, assumono posizioni innaturali, pronunciano frasi sconnesse, perdono completamente ogni controllo: sembrano possedute. Alle due piccole se ne aggiungono ben presto molte altre. Si cercano colpevoli ad ogni costo, si cercano le streghe che hanno gettato il maleficio sulle bambine. Le prime a venir accusate sono donne ininfluenti, la cui esistenza non ha nessun peso nella comunità. Sono la schiava dei Parris Tituba; Sarah Good, e Sarah Osburn: due povere donne finite in miseria che vivono reiette ai margini della rigidissima società puritana. Ma perché non fermarsi a queste tre povere donne? Perché ci fu un così ampio dilagare di accuse? E soprattutto perché credere alle bambine? Rispondere alle domande è relativamente semplice: in una piccola comunità schiacciata dalla morale puritana del XVII secolo, gli odi, i rancori, le invidie e le vendette crescono in fretta, senza freni. Vengono condannate anche le donne colte e belle, la lettura di libri diversi dalla Bibbia e la loro bellezza era considerata un segno del demonio nonchè chiara prova di stregoneria.

Donne ammaliatrici e sagge si scontrarono con tutto ciò che c'è di più bieco nel mondo. L'orrore che si credeva ormai sepolto ritorna prepotentemente in auge non solo in Kenia ma anche in Tanzania dove superstizione e credenze popolari fanno esplodere la folla che punta l'indice verso le donne capo espiatorio dei loro mali.

Avrei potuto scegliere di raccontarvi della mia vita, del bicchiere di Chianti che ogni sera sorseggio seduta nel mio portico e della mia serenità nel vedere le persone a me più care starmi vicono tutti i giorni. E invece vi ho parlato di loro delle streghe che muoiono. Non bisogna mai trascurarle certe notizie, altrimenti si finisce per credere che sono solo favole e che il lupo cattivo non esiste.

English Version
The Witchcraft Hysteria



Inauspicious fog coultures wrap men's mind wheh they impugn superstition strenght sentecing innocent women to be purificate from fires since only the holy fire will be able to redeem them to being witches.
This is not a tale drawn by Middle Ages but a raw today's reality, made of lifes, hopes and dreams shattered by illogicality of abstract thoughts built without any reason lamp. Fifteen Kenian women climbed onto gallows with witchcraft charge. They have been taxed with having taken spells in Nyaeko a small village near Nairobi. A last glance towards life when the crowd drags them on the pubblic place...the square of the village. The final sentence, flames on their skin and at the end witche's hunters joyful shouts. One did not hear talk any more about this dispicable practise since the inquisitorial judgement happened to Salem (Massachusset U.S.A) that I want to tell you. During the icy winter of 1692, Betty Parris, 9 years old, the younger dauther of Reverend Parris, and her cousin Abigail Williams, are gathered by convulsions, fell into vegetative states, took innatural position of their body, pronunced inchoerent sentences. They lost every controll: they were seeming to be had. Very soon, many other girls fell ill. It began the witch hunt, they were the guilty ones to have thrown spells on the children. The first one to be accused were irrilevant women as Tituba, Betty's slave, Sarah Good and Sarah Osburn: two very poor women who lived, at the time, rejected from the puritan society. Why did charges not spot to these three women? Why was there a wilde spread of charges? Finally, and most crucial, why did one belive to the children? I am refering to Behaviour Simulation Theory, its waht which happened to Salem in 1692. It is relatively simple to answer this questions: in a small village oppressed by puritanical morals, grudges and revenges grew quickly. Came also sentenced beautiful and cultured women. it was considered as sign of demonia and the final test of their withcraf to read books different from the Bible and their Beauty.
Charmer and wise women collide in what which there is of more sullen to the word. The horror which was considering as forgotten gets back in height, not only in Kenya but als in Tanzania where superstition and popular belifs make people explode, pointing fingers towards women exiatory chief of all society pains.

I could have chosen of were saying about my life, my glass full of Chianti (a tasty Italian wine) which I sip, every evening, on my terrance, my happyness, instead I am writing about witchs who have died. Certain news must not be hidden otherwise someone could think that it is a tale and "fierce wolfs" do not exist.

25 commenti:

PDBmaster ha detto...

Perbacco... Non sono fatti che so commentare a dovere, perché ho sempre timore di scadere nel retorico più plateale... e penso che una battutina delle mie sia fuori luogo.
L'unica parola che mi viene a mente è: "feroce".
Penso basti così.

school for the girls ha detto...

Hallo
Thanks for your beautiful blog and for the nice story.
Greetings from Nairobi
Rebecca

Bruja ha detto...

...la notizia mi ha lasciato senza parole....:-|

LEA ha detto...

Ciò che narri ha dell'incredibile eppure, di queste ed altre nefandezze commesse a tutt'oggi sulle donne nel mondo ne sono pochi a conoscenza. L'acido versato sui visi, le mutilazioni, le lapidazioni, gli abusi di ogni genere mi fanno venire la pelle d'oca. Il lupo cattivo esiste, è sempre esistito.

Clelia ha detto...

Risposte per:

Podmaster: Credo che l'aggettivo feroce descriva eloquentemente ciò che è accaduto.

Scool for the girls: Thanks Rebecca, I really appreciate your comment because this sad story is about women in Kenia.

Bruia: Capisco la tua reazione, quando l'ho letta ero sconvolta anche io. ps. Grazie per aver visitato il mio blog e complimenti per il tuo.

Lea: Come è vero ciò che scrivi,le donne come capio espiatorio dei mali comuni sono punite selvaggiamente. Io aggiungerei tra le torture più efferate anche l'infibulazione.

Clelia

scrittrice75 ha detto...

i brividi.. sento i brividi addosso.. terribile.
Un saluto da angela

scrittrice75 ha detto...

ciao clelia.. speriamo in bene per stasera.. ma per l'inter.. buon week end...

AndreA ha detto...

Eccomi!!!

Grazie del passaggio nel mio blog!

A proposito della notizia...ha dell'incredibile.... :-(

Tornerò presto a leggerti!! :-)

Clelia ha detto...

@scrittrice 75: e vabbè è andata così. a voi lo scudetto a noi la Champion Leage... UNO PER UNO NON Fà MALE A NESSUNO. Grazie per le visite al mio blog, che come sai ricambio!

@Andrea: Anche io ho iniziato a leggerti.

Buona domenica a tutti!!!!


Clelia

AndreA ha detto...

...ah...anche io sono Acquario...

A presto! :-)

Cangaceiro ha detto...

Clelia, che storia! a cosa allucinante è sapere che è una storia vera. Non ci sono parole per commentare ciò che si pensa...

scrittrice75 ha detto...

ciao clelia ti ho assegnato un meme revolution. vieni a leggere dal mio blog.. ciao

zefirina ha detto...

devo trovare alcuni libri che ho letto sulle streghe poi ti dico i titoli

digito ergo sum ha detto...

alla fine, resta una delle tante pagine lugubri dello "sviluppo" della società. il pesce puzza sempre dalla testa. banale e vero. siamo uomini, perdonateci.

Clelia ha detto...

@scrittrice 75: Onorata del tuo post Grazie

@zeferina: aspetto i titoli.

@digito ergo sum: Certe cose non andrebbero MAI perdonate, è per questo che la società "puzza". Mi vergogno per chi le giustifica celandosi dietro mille scuse!!!

M.Cristina ha detto...

Bel post!!! E brutta, bruttissima storia. Inizio a credere che si stia iniziando a retrocedere; di brutto e non solo in Africa.

Gala ha detto...

La storia delle streghe di Salem la conoscevo, ma non pensavo che l'umanità avesse fatto così pochi passi avanti nel corso del secoli. A volte fa paura il potere della stupidità umana...

school for the girls ha detto...

Hi Celia
I am glad you like Rome and you are proud of you country.
Thanks for your visit and you are welcomed in Kenya.

Kisses from Nairobi
Rebecca

Maria Rita ha detto...

Ho scritto questo commento già 3 volte, spero che questa sia l'ultima... ogni volta ho sottolineato qualcosa di differente, ma ora non ricordo un bel niente... quindi... accetta questo saluto sincero e... sappi che sei la benvenuta nel mio blog :)

scrittrice75 ha detto...

grazie clelia per il commento che mi hai lasciato sugli anni'90... un saluto da angela..

scrittrice75 ha detto...

ciao clelia.. dici che sono portata per il marketing? peccato che lavoro in una azienda che non mi apprezza. Un salutone da angela

PDBmaster ha detto...

Ehi, mi sa che aspettiamo tutti un nuovo post.

scrittrice75 ha detto...

ciao clelia buon week end.. fatti sentire.. a presto

Francesco ha detto...

Incredibile, è difficile esprimere un commento. Qui l'unica cosa che posso dire è che ciò che è successo nel xvii secolo non era parte della cultura. Pertanto ciò che hanno fatto era paura, paura dell'ignoto, ignoranza allo stato puro. Mi fermo qui per non cadere nel banale e nella retorica. Buona giornata. Francesco

Alfa ha detto...

In Francia l'ultima esecuzione di una strega è del 1745. L'ultimo processo per stregoneria in Europa è del 1755, in pieno Illuminismo. L'ultima esecuzione legale in Europa avvenne, quasi un secolo dopo la vicenda di Salem, in Svizzera nel 1782 a Clarus, ma l'anno seguente due donne vennero linciate in Polonia con le stesse accuse. Sappiamo poco di quanto sia accaduto fuori dal mondo occidentale, dove probabilmente il fenomeno è continuato, come dimostra lo sconcertante episodio di cui hai dato notizia.

La caccia alle streghe è comunque una tentazione ricorrente, che si manifesta nelle forme più odiose e insidiose ancora ai nostri giorni.
Talora senza che noi la si sappia riconoscere come tale...