martedì 18 gennaio 2011

Cosi fan tutte - Italian contradictions

Una faccia acqua e sapone, un pendolo a croce, simbolo di specchiata moralita' e un sorriso da 'ragazza della porta accanto'. Cosi' si propone Nicole Minetti nel suo sito web che oggi la vede consigliere regionale della Lombardia. La Minetti, era fino a poco tempo fa una egregia signorina nessuna, che sgambettava in terza o quarta fila nel corpo di ballo di Colorado caffe' e puliva i denti a Mister B. Oggi, che e' venuto fuori il cumulo di pattume, la signorina Minetti ha un posto nelle zone alte: dai riscontri delle intercettazioni telefoniche lei, si proprio lei, la brava ragazzetta, timorata di Dio con la croce al collo, era l' adescatrice, la trainer delle prostitute di mister B, e lei stessa parte delle orgie che stanno indignando il paese. Dai primi dossier investigativi vengono fuori particolari scabrosi: ragazzette svestite pronte ad compiacere il vecchio sultano o animare le sue fantasie perverse con scene lesbo. Una persona, con un minimo di buon gusto avrebbe oscurato il sito, lei ha ritenuto opportuno non farlo. Infondo, c'e' anche tanta gente che i giornali non li legge, che guarda il tg di Fede, altro imputato nella vicenda, o di lingua d'oro Scodinzolin, e allora e' per loro e solo per loro che suor Nicole comunica. Anzi fa di piu': chiede agli utenti di dire la loro su argomenti da lei scelti. Questa volta il topic indovinate cosa era? LE PARI OPPORTUNITA'! In sintesi, una prostituta e adescatrice che, grazie alle sapienti arti del mestiere piu' vecchio del mondo occupa una poltrona da 8 mila euro al mese, (soldi che noi paghiamo!) chiede a la "tua opinione" sul significato di pari opportunita'! Non bastava la Carfagna a distruggere un ministero di cui, soprattutto in Italia, ci sarebbe tanto bisogno, ci mancava pure la signorina Minetti
E' verissimo che la consigliera-puttaniera non e' la sola ad essere stata coinvolta, cosi fan tutte, ma le altre, appena le carte sono state scoperte, hanno avuto la decenza di non proporre le pari opportunita' nel loro sito web. Verrebbe da dire: c'e' un limite a tutto, ma sembra che questo vecchio adagio popolare non funzioni in Italia che da repubblica delle banane e divenuta repubblica delle puttane con un puttaniere a capo di tutto.
Se sei curioso-a clicca qui e fai sapere anche tu cosa ne pensi delle pari opportunita' al consigliere Minetti.

English Version


A face without make up, a pendant in the shape of a cross, symbol of high morality and a smile like a common girl next door. This is the way Miss Nicole Minetti, counsellor of Lombardia, a region in the North of Italy, appears in her web site. Do you know who is she and why I am talking about her? She was one among other dancers in a famous Italian show, then became the dental hygenist of Prime Minister Berlusconi. Despite she had not a right degree and experiences, when she came across to Mister B. , she left her job and was suddenly "promoted" counsellor, ( 8.000 euro per months). Now that the big scandal has came to the public light, she is not one among others, but, according to the investigative papers, she is one of the main character of Prime Minister orgies and bleakness. In fact, following the never ending report comes out of the wiretap, every new papers and magazines wrote about Miss Minetti as one of the panders of "rent girls" or escorts, or to be honest and fair with language whores. The girl, in the pict, with the immaculate appearence turned into a cynic and without qualms person. Everything is known because she made calls, without knowing she was spying, and revealed to some friends-prostitutes even the price for a blowjob to do to Mister B. So the gentle and apparently innocent Nicole was nothing less than a female pimp that sometimes took part to dirty games with Berlusconi. But this is not the end, she has had cheekiness to ask to her web visitors: "what is your opinion about equal opportunity?". In other words, she got her political job because she was a prostitute and a ponce, and she wants to know, in the end, if you believe in meritocracy. Maybe Miss Minetti thinks that Italian are stupids or simply lobotomized by bias journalism pro mister B?. The counsellor- tart- pimp, was not the only women involved in the scandal, but the others didin't ask to the public opinion about equal opportunities. Miss Minetti is the pardox of a nation on the edge of catastrophe: immaculate image and dirty actions.
Sorry if I used an inappropiate language, but I truly believe that whoever sells her body to achieve a top position without any qualification is a whore!

14 commenti:

Kylie ha detto...

Ieri ho letto qualche stralcio delle intercettazioni e sono inorridita.

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Sono disgustata da quello che sta succedendo sul fronte politico. Mi vergogno di avere un presidente come lui.Quella persona dovrebbe rappresentare l'Italia e gli italiani ma io, ripeto, mi vergogno di dare al mondo l'immagine di lui come nostro rappresentante.
Per non parlare di tutta la sua combriccola di ministri e ministre....no comment.

Federica ha detto...

che schifo. lei. lui. gli altri.
le altre. chi guarda e pensa che infondo è un figo uno che si circonda di tutto questo "ciarpame".

Amaranta ha detto...

Sai Clelia, ciò che trovo più rivoltante in tutto questo questo non è l'atteggiamento, per altro scontato e concesso, dei protagonisti di questa farsa, ma quello della gente comune, che li appoggia e li giustifica.
La vecchia signora intervistata che dice: a me B. mi sta simpatico ed anche se ha combinato qualcosa son cose che fanno tutti.
O i perditempo davanti ai bar brianzoli che inneggiano a B il macho (quale macho se le donne le paga con soldi ed incarichi)del vecchio satrapo.
La gente lo segue, nonostante tutto, si rispecchia in lui e nella sua corte dei miracoli.
I suoi sgherri e le sue donnucole gli fanno barriera, lo difendono a spada tratta (l'ultima apparizione di Lupi, ieri sera ad "otto e mezzo", è stata patetica e vergognosa, ma devono farlo perchè sono ben coscienti che se cade il rais si porta dietro tutto il caravanserraglio con la perdita d'incarichi e di potere e di soldi.
Ce lo dobbiamo tenere ancora, Clelia,e chissà per quanto tempo, perchè ha i soldi per comprarsi le persone e distruibire incarichi nel governo e ruoli nelle tv.
Un bacio sconsolato
Marilena

Nazionalpopolare70 ha detto...

Non mi sembra abbia una faccia "acqua e sapone"...

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Quoto Marilena. Anch'io, come lei, provo il maggior schifo per la "gente comune" che lo difende e continua ad apprezzarlo perché "al posto suo, l'avrei fatto anch'io".
Mi verrebbe da rispondere:"Davvero? L'avresti fatto anche tu? Ma bravo! Guarda che questa considerazione non rende mica la faccenda più normale o accettabile ma evidenzia soltanto il fatto che anche tu sia un nauseante porco come lui!"

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

tutti questi/queste ci stanno prendendo per il culo alla grande

davide idee ha detto...

considerando che il ministero delle "pari opportunità" è già di per sè offensivo per lo status femminile, non mi sorprendo che certe persone continuino imperterrite la loro farsa. il nome che B. vorrebbe dare al suo nuovo partito moderato sarebbe proprio "ITALIA", esempio di un sistema politico/pubblicitario che riduce il messaggio distorto all'osso. ladri di pensiero, ladri di parole, ladri di dignità e decenza. prima erano forti del fatto che gli italiani fossero troppo anestetizzati per capire, ora che finalmente la vergogna è sotto gli occhi di tutti, questi continuano imperterriti la loro strada, sordi e indifferenti al bisogno di giustizia e rinnovamento generale.

servirà qualcosa di più forte dell'indignazione per staccarli dalle loro poltrone.

Alberto ha detto...

Formigoni, governatore della Lombardia, come un angioletto è cascato dalla nuvole. Che lui non ne sapeva assolutamente niente. Chissà per quali meriti particolari Berlusconi gliel'aveva imposta nella lista, lei che non veniva da nessuna esperienza politica. Forse quella croce l'ha ricevuta in dono proprio da Formigoni che va a messa tutte le mattine. Che schifo.

Madame Bovary ha detto...

Clelia, hai ragione e condivido il tuo pensiero. Spero che prima o poi la situazione cambi. Io amo l'Italia e mi piange il cuore vedere come stanno andando le cose, ovvero, per rimanere in tema, a puttane.
Buona Settimana

☆♥gabrybabelle (๏̯͡๏) ha detto...

ti contraddico,non sono 8.000,00€mese ma 10.000,00 a cui vanno aggiunti c.a. altri 4/5 in benefit,tipo?viaggiare a spese nostre.Un po' come se tu raggiungi il tuo posto di lavoro con un'auto non tua, ma che hai sempre a disposizione come uso ma non come spese a tuo carico,telefonia ne volgiamo parlare?e via via di questo passo sta ciucc..azz

Lindalov ha detto...

Be', ha avuto un gran Maestro nel campo della negazione, no? :D

Clelia ha detto...

Leggendo i vostri commenti,sul blog e su facebook, molti hanno "contestato", la mia prima frase: "Una faccia acqua e sapone". Provate ora a decontestualizzare l'immagine dai fatti, la Minetti appare davvero come la ragazza della porta accanto, non è truccata, non ha pose ammicanti, sembra in definitiva il volto della classica brava ragazza. Capisco che i fatti, conclamati dalle intercettazioni telefoniche possano distorcere la foto, ma di fatto, per chi non legge giornali italiani, ossia i miei lettori inglesi, appare, in prima istanza prima di leggere il post, ancora come ragazza carina, di buona famiglia e per bene. Ultimissima considerazione: se si confronta "l'immagine pubblica del sito" , con il trucco da ... "donna di strada di Ruby" si capisce bene, il perchè ho usato l'etichetta acqua e sapone.

For English Readers
Sorry for the English mistakes I may have made in the English Version, but I didn't have time to check it out.

Clelia

Vittoria A. ha detto...

Ciao, che bello leggerti di nuovo!!! Sei grande. Anche io sono disgustata dall'ennesima situazione vergognosa. E quello che piu' ferisce e' che la gente normale deve dannarsi per un stipendio neppure simile a quello di certe persone, i lavoratori qualificati e seri che devo faticare per un contratto ridicolo, a cui viene negato il mutuo. E poi si legge di questa gente a cui vengono elargiti appartamenti, favori, stipendi da sogno. Piu' che disgustata sono profonamente triste. E, come al solito, mi sento tradita, imbrogliata, truffata, derisa e sbeffeggiata dal mio proprio paese. Sembra che in Italia chi e' serio e lavora debba essere punito e ridicolizzato.
Un abbraccio,
Vic