domenica 18 aprile 2010

Sai la Gente e' pazza! - Primitive Philosophy about women

Questa e' la lettera scritta a Beppe Sevegnini sul Corriere della sera da quello che si definisce da subito un misogeno e retrogrando...Ve la riporto cosi' come e'... Giudicate voi...




















Caro Beppe,
me ne infischio di apparire maschilista, misogino e retrogrado ma secondo me riguardo al problema degli stupri c’è spesso un concorso di colpa delle donne (e ti garantisco che molte donne giovani e "moderne" la pensano così). Le femministe, magari in buona fede perchè loro magari sì sono effettivamente in un certo modo, tendono a generalizzare il loro essere attribuendolo alla totalità delle donne, le quali invece sono per la maggior parte ben diverse e che una volta colpite dallo stupro da loro stesse spesso provocato usano le battaglie delle femministe per farsene schermo. Mi spiego meglio: per quanto paradossale può apparire (dato il preludio del mio intervento) ho sempre avuto un buon rapporto con le donne che spesso mi hanno fatto partecipe dei loro pensieri più intimi e quasi sempre, per loro stessa ammissione, a loro piace stuzzicare gli uomini (spesso fino "all’estremo") e godono del potere che possono avere sull’altrui (cioè dell’altro sesso) eccitabilità. Non mi si venga a dire che sto descrivendo una minoranza di donne perchè sarebbe un insulto all’intelligenza umana perchè si sa benissimo che la maggior parte delle donne vive di questo (spiegatemi intanto il perchè tante donne a volte anche cinquantenni vanno al lavoro in ufficio con pantaloni a vita bassa per non dire inesistente e quindi praticamente vestite "di sotto" con il solo perizoma).E’ ovvio che questo non giustifica uno stupro, ma prendendo come esempio – tanto per rendere l’idea – l’insegnante italiana ripresa dai telefonini mentre "cazzeggia" con gli studenti, se fosse poi stata stuprata da qualcuno di essi dagli ormoni un po’ più incontrollabili degli altri, con chi doveva prendersela?
Marco Di Cesare

English Version


This letter was written a while ago from a men, who by his definition is a misogynist and backward, to Beppe Severgnini, a famous Italian journalist and blogger. I just copy and paste the letter... Read carefully and judge by yourself.

Dear Beppe

I don't care to look a male chauvinist, misogynist and old fashioned, but in my opinion women who get raped share the blame with their aggressors. I guarantee you that a lot of young and modern women think in the same way. Although feminist tend to generalise this situation, they know deep down that women provoke men in order to be raped. Most of the time, women who experienced that kind of aggression, hide their shame into feminist's ideas. Considering my preamble, I want to make clear one thing: it is not a paradox the fact that I have alway had a good relationship with women. I was even part of their intimate thoughts and speaking with them, they have admitted that a large part of them like flirting with men in a very provocative style. They just love to get the power of seduction and dominate men's desire. Please don't tell me that I am talking about a minority of women, that is an insult of human's intelligence. Above all, tell me why lots of women, sometime over 50 years old, go to office dressed with indecent and inappropriate clothes! Is obvious this is not an excuse for violence but, let 's do an example: teacher who was filmed in the classroom in a flirtation behaviour with her pupils, well to me, she would deserve to get raped.

Marco di Cesare

37 commenti:

Gao ha detto...

not worth commenting... asserire che il gioco della seduzione in qualche modo giustificherebbe lo stupro e' da folli!

Amaranta ha detto...

L'uomo è il cacciatore e la donna la preda che deve rendersi invisibile per sfuggire a quel destino che se, improvvidamente provocato, può avere solo un unico esito: lo sparo.
E nessuno può dire al cacciatore che è colpevole, dato che la sua natura è quella di predatore ma, è colpa della preda che si è resa visibile istigando quindi, con la sua presenza provocatoria, la reazione naturale del cacciatore.
Quindi le donne sono avvisate: rendetevi invisibili, neutre, incolori, inodori, perchè così nessun cacciatore possa dire di essere stato provocato dalla vostra eccessiva visibilità e di semtirsi, giustamente autorizzato, a stuprarvi.
E che l'invisibilità sia davvero totale per non palesarsi neppure come ombra, ipotesi di donna, a quella categoria di cacciatori che potrebbero eccitarsi anche al grigio fruscio di un burka.
Marilena

Kylie ha detto...

Gli uomini dovrebbero andare a prendersi un caffè invece di avere pensieri di violenza.
Le donne sono fantastiche e basta.

Nicole ha detto...

Niente giustifica uno stupro, nemmeno il cattivo gusto.
Allora per par condicio, ogni volta che una donna vedrà un uomo con il pacco bene in vista, stretto in pantaloni cafoni aderentissimi e i pettorali ammiccanti, sarà legittimata a saltargli addosso a cavalcioni ed eventualmente a farlo in branco.

E' un'epoca pregna di cattivo gusto, la moda portata all'eccesso ed esibita laddove sarebbe meglio avere un abbigliamento più consono.
Ma lo sottolineo, niente giustifica la violenza , niente! Un violento lo è a prescindere dall'abbigliamento.

enrica ha detto...

Hai ragione... non serve commentare.
Purtroppo,però, questo "signore" sta esprimendo quello che molti altri pensano. Il che la dice lunga su a che punto siamo in questa "moderna" civiltà.

Irma_Warsaw ha detto...

Ciao Clelia,
grazie di essere passata.
Ti seguivo già, un po' di tempo fa'.
Venendo alla lettera,penso che è sicuramente vero che si sono donne si divertono a "stuzzicare gli uomini", ma a parte il fatto che questo gesto, comunque sia interpretato, non apre le porte all'accusa di invogliare lo stupro (e questo mi pare ovvio),forse nessuno si chiede perchè ormai per le donne questo sia il solo modo di sentirsi apprezzate.
E anche questo loro continuo abbassamento a mero oggetto di provocazione fino a che punto è colpa altrui (dei media, dell'uomo) e quando diventa colpa di chi sceglie di farsi trattare così?
Insomma è molto complicato, non si può spiegare tutto in maniera oggettiva.
In due parole, non sono d'accordo con quest'uomo.

zefirina ha detto...

questo individuo che più che misogino è un maschilista, nell'accezione più bieca del termine, commette uno sbaglio di fondo, come lo commettono tutti coloro che giustificano uno stupro, un tradimento: non è mica colpa mia è quella che mi ha provocato, seguendo il suo ragionamento io dovrei saltare addosso a tutti quegli uomini con i jeans così stretti che nulla lasciano all'immaginazione o a quelli che ostentano dei pettorali da urlo (per quanto a me non piacciano i pettorali da urlo, ma facciamo finta che), il suddetto uomo forse non conosce bene il significato della parola libertà, io sono nata anzi ho vissuto nell'epoca d'oro della minigonna, ero giovane e mi piaceva usarla, ma di certo non per essere assalita da maschi arrapati!!! per dirla tutta mi piacerebbe poterla mettere anche ora ma nè il fisico nè l'età me lo consentono, in compenso porto delle scollature abissali, perchè a me piacciono, allora????

è un segnale che voglio essere stuprata?????

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

complimenti a questo "uomo"..
e beppe che ha risposto?

Marianna ha detto...

una risposta a questa lettera sarebbe così : vorrei tanto che violentassero tua figlia figlio di puttana, poi dicci come ti senti!!!!!

Brunhilde ha detto...

Già, che ha risposto Beppe?
Questo signore preferirebbe vederci girare tutte col burqa, scommetto.. Farebbe prima a trasferirsi in qualche Paese dov'è obbligatorio, o a farsi due chiacchiere sul lettino dell'analista. Puàh.

Clelia ha detto...

Beppe non ha riposto... e cosa vuoi rispondere ad uno cosi'... si commenta da solo!

Clelia

fabio r. ha detto...

ma questo Di Cesare chi è? un cervello in fuga? perchè solo se il suo cervello fosse in vera fuga s spiegherebbe l'obbrobrio...

Gio ha detto...

Mamma mia.

dotmit ha detto...

This is ridiculous. It's the kind of justification these crazy psychos use for their heinous acts. Whoever wrote this letter is an idiot.

Rape is evil. You have to plan to do it; it's not something that just happens by mistake or in the heat of passion.

People need to learn self-control :(

Erica ha detto...

Si bhè.. anche certi uomini inducono alle sberle volontariamente, essendo così cretini..

stella ha detto...

Non c'è commento che tenga...

knitting bear ha detto...

Sono pensieri orrendi, ma molto diffusi, purtroppo, come dice l'autore, anche fra le donne. Diffusi come la stupidità.
Viene proprio voglia di scappare.

Kamilah ha detto...

Rape - to force to have sexual intercourse.

By definition rape cannot be invited, so it's impossible for someone to "deserve" to be raped. This guy is an idiot.

sogliadiattenzione ha detto...

"retrogrando" mi piace, immagino voglia dire "grande retrogrado"..
:-)

Lindalov ha detto...

mi sono fermata alla terza riga, al "così)."
Non ho altro da aggiungere se non che sarei curiosa della risposta del mitico Severgnini!

In realtà, ci vorrebbe una come la Littizzetto che senza mezzi termini gli direbbe MA CHE CAZZO DICI, BALENGO DI UN MINCHIONE RETROGRADO?

Felinità ha detto...

La violenza non ha mai giustificazioni !

Alice and my world ha detto...

Rape me..iO e Alice..nonchè in toto il condominio citiamo il carissimo Kurt Cobain e non aggiungiamo nulla a ciò...
sembra che ormai nulla abbia più valore...neanchè la dignità.

Opera nostra? Opera a molteplici mani del mio condominio ammanettato al nulla.
Un abbraccio e un abuona settimana iO e Alice

Guernica ha detto...

Mah!!!
Ma siamo matti???
Giocare alla seduzione è un discorso, stuprare un altro!
E poi questa storia dei vestiti succinti...ma andiamo?!?
In questo caso come viene descritto l'uomo? Come un animale incapace di controllare i suoi istinti!
Oltre che misogino lo scrivente sta offendendo anche tutta la categoria maschile.

luly ha detto...

Non ho parole, Clelia. Solo cattivi pensieri......che puoi ben immaginare.
Un abbraccio.

Francesca ha detto...

Purtroppo diversi "uomini" la pensano così; vale a dire che diversi "uomini" sono idioti. Anche la legge è maschilista e questo non ci aiuta. Un saluto a presto!

Vittoria A. ha detto...

Ciao Clelia, mi to appoggiando ad un pc gentilmente prestato. Appena torno leggo con calma e metto in pari con i tuoi post! A prestissimo!

Serena ha detto...

Si, la gente e' pazza!
Ancora devo sentire una testa di ca... come questa che scrive certe cose. Mi viene il voltastomaco.
Vabbe'.

Calzino ha detto...

Ohhssignoregesù.

Giulia ha detto...

Pensavo che la gente non andasse in giro nuda solo per pudore e rispetto degli altri.. invece oggi scopro che ci vestiamo solo per non essere stuprate.
Passatemi lo squallido esempio: Io se vedo un ragazzo con la zip aperta, mica lo incantono e me lo stupro!
Così come non dovrebbe essere se una donna ha una maglietta scollata, non significa eccomi qui sono sulla piazza qualcuno vuole favorire!
Furibonda da tanta ignoranza, Giulia

Scarlett ha detto...

Cerrrrto, un ragionamento che non fa una piega, quello di questo "signore." Che peraltro ha tante amiche donne che gli hanno aperto il loro cuore e gli hanno spiegato che si mettono la gonna per essere stuprate, a quanto pare. Vabbe', basterà non indossarle...o forse no? Ricordiamoci che ci fu una corte che annullò la condanna a uno stupratore perchè la vittima portava i JEANS e quindi, siccome non è facile strapparli via, se li era per forza dovuti togliere da sola, in modo CONSENZIENTE. (http://www.repubblica.it/online/fatti/jeans/jeans/jeans.html)
Quindi, ricapitolando: niente gonne, niente jeans. Stiamocene a casa che è meglio...

Federica ha detto...

penso che però l'idea di beppe sia molto più diffusa di quello che si possa pensare :(

penso che sia frustrante la visione dell'uomo di beppe (oltre che offensiva quella dlla donna): così ottuso da non saper riconoscere sfumature e limiti...

Silvia ha detto...

E' in momenti come questo che mi rendo pienamente conto dell'urgenza di debellare una parte consistente che occupa questo pianeta...

Marina e Camilla ha detto...

Premettendo che non amo le generalizzazioni il mondo sta davvero diventando un posto triste. I reati di stupro vengono giustificati nei modi più assurdi... Persino con delle "tipologie di mutande". Davvero non ci sono più parole. Che tristezza.

Francesca Maggi ha detto...

Typical 'blame the victim' mindset.
Just like when a woman is beaten at home, we always ask, "Why didn't she leave?" instead of,

"Why is he hitting her??!!"

Clelia ha detto...

Vorrei riportare il commento di Francesca Maggi:

" E' tipico come puntare il dito contro il comportamento delle vittime. Come quando sentendo l'esperienza di una donna che viene picchiata dal marito le chiediamo: perche' sei rimasta con lui e non
Perche lui ti picchiava?

great comment Francesca... your point fits perfectly my post... it another side of this issue.

Clelia

Alex ha detto...

Vorrei dire al signore...

se per caso trova qualcuno che per strada lo stupra, non potra lamentarsi perchè la colpa è solo sua che li ha provocati, magari gli stupratori pensavano gli piacesse mica è colpa loro se li ha provocati.......

Alex ha detto...

Nicole scrive:
"Allora per par condicio, ogni volta che una donna vedrà un uomo con il pacco bene in vista, stretto in pantaloni cafoni aderentissimi e i pettorali ammiccanti, sarà legittimata a saltargli addosso a cavalcioni ed eventualmente a farlo in branco."

Credo che molti uomini ne sarebbero felici:-)