lunedì 7 settembre 2009

Binge drinking Girls





Permettetemi una citazone made in UK : "Una pinta di birra è una bevanda da re",William Shakespeare. Quando però le pinte sono consumate a dismisura allora l'alcol diventa la bevanda dei disperati.

E' la forza distruttrice del gruppo che induce specialmente le ragazze a praticare il Binge drinking. Per chi di voi non fosse a conoscenza di cosa possa essere, l'associazione medica Britannica ne da una chiara definizione: "usato nel linguaggio comune, Binge drinking si connota come l'uso smodato e intenzionale di alcol in una sola sera. L'intento pimario è ubriacarsi nel minor tempo possbile. L'associazione classifica questo nuovo trend sociale come fisicamente e psicologicamente allarmante.

Nei fine settimana, le strade della Londra mondana e festaiola si popolano di ragazze dagli occhi spenti e disorientati con in faccia stampato un sorriso da jocker. Domani non ricorderanno nulla di ciò che può essere accaduto e le conseguenze imminenti o future le pagheranno inseguito.

English Version


"A pint of beer is a drink for kings" William Shakespeare said. When pint becomes a not clear number of pints, beer turn into drink for hopless people.

According to statistic, Most of the time it is group's bad influence that makes girls drink so much. Thie video belove shows what is the end of what in Great Britan is called Binge Drinking phenomena.

The British Medical Association notes that "in common usage, binge drinking is now usually used to refer to heavy drinking over an evening or similar time span - sometimes also referred to as heavy episodic drinking. Binge drinking is often associated with drinking with the intention of becoming intoxicated and, sometimes, with drinking in large groups." It is sometimes associated with physical or social harm.

Almost every week end London street are full of girls with disoriented eyes and a fake smile on their face. Probably tomorrow they would not rember anythings but concequences will be come up later on.


57 commenti:

Ukiyo ha detto...

Che nullità.
ragazze che,non hanno meglio da fare che bere,per piacere,per piacersi.
Che poi,a mio parere,a se stesse non piacciono affatto,è solo l'ostentare di farsi apprezzare da una società che ormai va a puttane.Lottare per sopravivvere e per mantenere stabile la permanenza da gruppi tanti ambiti da queste ragazini inconsapevole di distruggere il proprio essere,la propria storia,la propria mente.
Bigottismo,infantilità e tristezza.
Tutto è molto triste..

p.s.riesci sempre a postare argomenti interessanti,sei davvero una persona eccezzionale.
ti bacio :)

calendula ha detto...

sai io non riesco ne a capire ne a giustificare questo tipo di persone, ma io sono un caso particolare... non ho vizi... mia nonna dice che sono l'antivizio...io penso che sia stato l'amore per la musica a salvarmi.. il risultato e che alla soglia dei 30 anni, sono un'astemia convinta, non ho mai fumato un sigaretta in vita mia e mai provato droghe... non prendo neppure il caffè. E sono una delle persone più felici che conosca.... anche qui in Italia si sta diffondendo la moda e a quanto pare anche qui il fenomeno colpisce soprattutto le ragazze.... ma in Italia io non mi stupisco più di nulla....
Però cè una cosa che so che mi differenzia da moltissime ragazze e moltissimi ragazzi: MAI AVUTO PAURA DI ESSERE IMPOPOLARE O DI STARE DA SOLA, le ragazze che praticano questo lento suicidio ( perchè di questo si tratta) sono decisamente insicure e non hanno punti fermi nella vita.. e sarò noiosa ma io sono convinta che se succedono queste cose le responsabilità sono per la maggior parte dei genitori incapaci di parlare e di educare se stessi per primi e i figli dopo. Bel post
Un bacio Cal

Hen ha detto...

Ricordo molte litografie risalenti al periodo vittoriano e descrizioni di quella Londra di Daniel Defoe molto, troppo simili a questo post. Nulla di nuovo sotto il sole, insomma.

duhangst ha detto...

Quello non è bere, è distruggersi!

Clelia ha detto...

@ HEN: si trattava di litografie con ragazzine buttate per la strada e fiumi di birra vomitato nei marciapiedi. Io sapevo che nell'epoca soprattutto quella vittoriana regnava una certa austerità oltre che un divario sociale il quale permetteva solo alle ppersone molto danarose e di solito esclusivamnete UOMINI i dare bella mostra di se in condizine di degrado fisico e menatle provocato dall'alcol!!! Non sapevo che le ragazze comuni, quelle anche di buona famiglia per intenderci che frequentano scuole prestigiose si ubriacassero per la strada riducendosi come zombie. Lo ripeto qui si tratta di ragazze, comuni e benestanti. Ti chiedo ora sei ancora sicuro che Defoe aveva già illustrato questo tipo di fenomeno ... nell'era Vittoriana?

Veggie ha detto...

Sai che la drunkoressia è stata inserita nella lista dei DCA?
Io penso che le ragazze che si comportano così abbiano in fin dei conti grossi problemi d'insicurezza e di scarsa autostima che cercano di mascherare diventando quelle che non sono... una dipendenza come ce ne sono tante altre, allo scopo di annullarsi, forse per cercare di essere migliori... ma finendo poi per non essere niente...

Felinità ha detto...

Viviamo in un'epoca molto vuota, e molti per riempire mancanze varie, fanno le cose più inutili e dannose temo, invece che trovare un vero senso a questa esostenza già di per se folle. Così non è neppure la fuga in una realtà altra di un sognatore infelice, di un malato di depressione, ci stordisce perchè è di moda, perchè lo fanno gli altri, è più che triste e squallido è tragico.
Un abbraccio micesco

Guernica ha detto...

Che tristezza Clelia!
Non ho altre parole.

Vale ha detto...

ma che bacchettoni che siete ;)

Magdalena ha detto...

Very important post, thank you!!! This is much better to think about it before weekend, than try to recall what we did during it, afterwards.

Clelia ha detto...

@ Veggie: permettimi di dissentire dal tuo commento. So benisssimo cosa sia la drunkolexia, visto che ho postato parecchio tempo fa sull'argomento e ho visto che alcuni hanno rubato l'idea della mia news... ma sorvoliamo.

Giusto per chiarire la drunkolexia o in Itlaiano sbronzolexia è una pratica TOTALMENTE diversa.
Le "sbronzolexiche" sono ragazzze che digiunano per tutta la settimana poichè contando le calorie dell'alcol che assumono in grandi dosi in occasione dei parties e hanno il timore che un piatto di pasta o una zolleta d zucchero ingerite durante la setimana le faccia ingrassare.

Cara Veggie le ragazze di cui si parla nel video NON sono anoressiche!

sono d'accordo comunque con te sulla loro mancanza di autostima e personalità aggiungerei...

Clelia

Erica ha detto...

Succede anche qui, nel mio minuscolo paesino. Le vedi, sono piccole, bambine. E io mi sento così triste per loro, per la loro vana speranza di piacere, quando invece sono solo macchiette, caricature di loro stesse. Molto triste.

lieneke ha detto...

hmm i agree! too much drinking is not good or cool or anything..
oh and thanks for the reaction! , xx

Hen ha detto...

No, Clelia: le ragazze (e non solo) che ha descritto Defoe facevano parte del popolino che all'epoca erano la maggioranza, così come adesso lo sono quelle della borghsia benestante. Riguardo gli appunti sull'epoca vittoriana: hai ragione! Anche perché Defoe è morto nel 1731! Avrei dovuto accorgermene prima dell'errore, anche perché erano ricordi relativi a lezioni sulla Londra post incendio del 1666! I'm so sorry! :(

SquirrelQueen ha detto...

Excellent post. Binge drinking is unhealthy, dangerous and definitely not cool.

Amaranta ha detto...

Clelia, sono letteralmente rimasta "intrappolata" in questo tuo straordinario blog.
Ha stile.
Personalità.
Non ricalca alcun prototipo.
E' pieno della tua essenza e dell'essenza del mondo.
Penso che questo sia un connubio straordinario.
Non sempre facile da ottenere.
Parliamo troppo di noi o, al contrario, ci nascondiamo dietro gli argomenti degli altri.
O quelli di più facile intrattenimento.
Qui ci vedo molta intelligenza. Attenzione. Ironia. E grinta.
Il mio entusiasmo, per quanto ho visto e letto, è sincero.
Tornerò di sicuro.
Per il piacere di respirare questa meravigliosa atmosfera underground.
Complimenti sinceri
Marilena

Vittoria A. ha detto...

Ciao Clelia! Capisco quello di cui parli, io vivo a Edinburgo e anche in Scozia al venerdi' e al sabato sera si assiste a delle scene apocalittiche. Ragazze che girano senza scarpe perche' le hanno perse per strada, le vedi in giro in gennaio senza giacca o cappotto perche' li hanno dimenticati nei locali, si sentono male in mezzo alla strada. Io non capisco perche', e poi lo fanno metodicamente. Iniziano a bere alle 5 del pomeriggio con l'obbiettivo di ubriacarsi.
Non riesco ad abituarmi, mi mette sempre nervoso e tristezza.
Un abbraccio!

zefirina ha detto...

ho paura che non sia un "vizio" solo delle ragazze, ma coinvolga molti adolescenti di ambedue i sessi, sto sempre in campana con i miei maschi, uno so per certo che sta attento perchè ha paura che gli ritirino la patente, l'altro il 16 secondo me qualche volta esagera, gli faccia una testa tanta!!!!!

sunduv ha detto...

Ho degli amici a Londra ed io ci sono stata 2 volte...vero...verissimo è la cosa che si nota più di tutte, una città dalle mille opportunità stimolanti, musei, mostre, storia...e dai fortissimi contrasti...peccato!

AndreA ha detto...

Che tristezza! :(

Un bacio. :)

Clelia ha detto...

Ma nessuno si è reso conto di quanto sia geniale questa pubblictà??? e dello slogan che tradotto dice: perchè iniziare una serata quando sai già come andrebbe a finire?

Clelia

ashasysley ha detto...

Credo che si sia perso di vista il vero senso di questo vagare. Il senso del dettaglio. Ma è colpa nostra. Ne sono sicura. Non stiamo dando a questi ragazzi qualcosa su cui riflettere, qualcosa su cui provare le loro capacità, qualcosa su cui crescere, imparare e divenire. Non stiamo dando concrete possibilità. Gli diamo un mondo di illusione come la televisione, un mondo di malvagità e delirio come i telegiornali, un mondo di menefreghismo totale come la vita quotidiana.
Che cosa speriamo di ottenere?

enrica ha detto...

E' una situazione davvero disperata ed il guaio è che abbiamo a che fare non solo con donne ma anche adolescenti sempre più giovani e non solo a Londra ma, ormai in quasi tutti i paesi d'Europa (anche se più si va a nord, per qualche ragione, più il fenomeno aumenta in termini numerici).
Il guaio è che l'alcool, come qualsiasi altro tipo di droga, ed a dispetto di quello che raccontano, da assuefazione e quella giornata alla settimana, se non fermata in tempo diventerà tutti i giorni della settimana fino a distruggere completamente la vita di quegli individui.
Hai mai visto un alcolizzato in crisi d'astinenza? E' uno spettacolo tra i più disgustosi ed inquietanti che mi sia capitato di vedere...

Darksecretinside ha detto...

Clelia...
Io sono esaurita in merito all'argomento!
tanto più che sono astemia...
tanto più che rinnego chi si fotte la vita ed il cervello in ogni modo...
tanto più che uno degli incidenti avuti nella mia vita è avvenuto per colpa di mediocri (ed insufficienti) elementi che prima di mettersi alla guida...hanno bevuto senza ritegno...
e ringraziando Dio sono qui a raccontarlo....


Rabbia, Clelia...tanta indefinibile rabbia!

l'ApeRegiNa ha detto...

a me piace bere e non nego che in passato ho esagerato, soprattutto in compagnia. ma questo fenomeno è semplicemente da idioti!
naturalmente nasconde altri problemi sotto...

Sarah, The New Girl ha detto...

definitely a great post. binge drinking can be scary-- just like that video!

Clelia ha detto...

Alcuni di voi mi facevano giustamente notare che il Binge drinking è praticato non solo dalle ragazze. Voreei sottolineare che non a caso nel video c'è una ragazza, poichè come è noto a tutti le donne sono statisticamente meno tolleranti all'assunzione di alcol, di conseguenza tendo ad ubriacarsi con una maggiore facilità.... E QUESTO è LO SCOPO DI QUESTO GIOCO PERICOLOSO!

Buona giornata a tutti :)

Some of us write me that Binge drinking is not only a girlish phenomena. That's true but I'd like to underline that women tent to get drunk faster than men.
Being "out of order" in only one hour is the GOAL OF THIS DANGEROUS GAME. That's way IN THE VIDEO THERE IS A GIRL!

Have a nice day everybody :)

Nicole ha detto...

Io non ho mai capito questo bisogno di annullarsi o di aggregarsi nel fare cazzate.
Rischiano la vita, e sprecano una grande opportunità...Quella di poter vivere in modo cosciente le loro emozioni belle o brutte che siano.

Lindalov ha detto...

Quoto Vale!

:-)

A me fanno tristezza, allo stesso modo, coloro che non hanno vizi. Che dicono di non averne.

Sono i peggio.

deasense ha detto...

...beh, se proprio dobbiamo ubriacarci.. facciamolo di Vita...

Errante ha detto...

Non riesco a capire che gusto ci sia in tutto questo.

Kylie ha detto...

Non ho parole.
Forse da astemia il mio punto di vista è particolarmente critico, però mi sembra che questa novità rasenti la follia.
Un abbraccio

Federica ha detto...

che tristezza...

mi puoi confermare se è vero che in GB esiste una legge per cui viene considerato che la ragzza non era consenziente se era troppo ubriaca per decidere di avere rapporti sessali?

Semalutia ha detto...

Mi sono sempre imposta di non perdere le mie facoltà mentali, mai nemmeno per un momento, sin da quando ero ragazza. Non ho mai usato droghe nè mi sono mai ubriacata. L'unica sera che ho bevuto un po' di più mi sono ritrovata a far soffrire terribilmente un mio caro amico.

Non so cosa si provi a sballarsi così, a stare male così, per giorni. So che se i miei figli dovessero un giorno avvicinarsi a questa pratica, forse non saprei nemmeno come prenderli, cosa dire loro che li faccia dissuadere in futuro.

Forse direi loro che io mi sono SEMPRE divertita da sobria, che non ho mai avuto bisogno di "aiutini"...che si può stare benissimo in compagnia senza diventare delle larve.

E che Dio ce la mandi buona.

Enrico Siringo ha detto...

A Londra ho visto di quei relitti trascinarsi sui marciapiedi... gia' alle 11 di sera!

Clelia ha detto...

@ Federica: esiste una legge del genere, se la donna è ubriaca il rapporto sessuale viene considerato stupro. Per procedere alle accuse l'iter è abbastanza ferreo e la vittima dovrebbe sottoporsi ad esami clinici atti a confermare il fatto che il livelo alcolico non cnsentiva il totale possesso delle facoltà mentali. La legge funziona, ma approfondendo questo fenomeno sono arrivata alla conclusione che le ragazze che incorrono in stupri di questo genere, la maggior parte delle volte non hanno la minima idea di chi ha abusato di loro. Il loro livello di ubriachezza non consente non solo di ricordare il nome di questi uomini orribili ma neanche i loro tratti somatici e fisici.

Clelia

Alessandra ha detto...

Ciao! grazie 1000 per il tuo passaggio da me!
in merito all'argomento devo dire che ho potuto constatare questa realtà un sabato sera a Dublino ... e non sono astemia.
A presto!
Ale

Clelia ha detto...

Erroneamente ho cancelato il commento di Amaranta e me ne scuso.

Vorrei soltanto ringraziarla poichè le sue parole sul mio blog erano davvero belle, racchiudevano non solo questo post ma l'essernza di Overlooklondon.

Grazie!

Milo ha detto...

@ Lindalov & C.(A me fanno tristezza, allo stesso modo, coloro che non hanno vizi. Che dicono di non averne. Sono i peggio.)

Guarda che evitare di ubriacarsi o sballarsi comunque non è da bacchettoni, ma solo da persone intelligenti che si vogliono bene e ci tengono alla salute..
Io li ammiro e li rispetto. Specialmente quelli che non l'hanno mai fatto.
Te lo dice un ex-drunkard...
...la bohème... assenzio e laudano... il be-bop e l'eroina, il rock e lsd... suonavano e creavano da sobri, da sbronzi o drogati collezionavano solo figuracce. Anche ì più grandi. Salutami Amy Winehouse!

Milo ha detto...

@ Clelia: Scusa l'off-topic totale, quello che pensavo sull'argomento di questo attualissimo post l'ho già detto nel commento precedente, ma penso ti piacerà questo link:
http://kindofbabs.blogspot.com/2009/09/dedica-al-mare-dedication-to-sea.html
dove si commenta e si rimanda all'ascolto di un brano musicale a mio parere davvero imperdibile !
Ciao, e complimenti per il tuo blog!!!
:)

FRA Gioia[e]Rivoluzione ha detto...

è avvilente, ci sono diecimilamiliardi di cazzi a cui pensare durante la giornata e dovremmo perderci in queste stronzate! della serie, non servo a niente.

Glowing Doll ha detto...

I do not miss this about London.

Binge drinkers are so repulsive.

frufrupina ha detto...

Ciao Clelia,che tristezza tesoro...ci sono tante e tante ragazzone che si riducono in questo stato,per ottenere cosa?solo distruzione...che peccato!Ottimo post,un bacione grande.

Gab ha detto...

Ciao Clelia,grazie per avermi lasciato un messaggio così ho potuto scoprire il tuo splendido blog che ho letteralmente divorato!Un lavoro Eccezionale!Tornerò presto a trovarti

Tintarella di... Luna ha detto...

Bè non solo a Londra, ma anche in italia è così, e non sono solo le giovanissime.E' triste anche vedere donne alla soglia dei 30, cadere in queste trappole, non riuscire ad accettare e fare propria la realtà e rifugiarsi sotto una maschera e in un mondo che non è loro.
Ciao Clelia

Ishtar ha detto...

Curioso, tu traduci tutto in inglese io in spagnolo...che sia arrivato il momento di rispolverare il mio inglesse assai arruginito?
Io non amo il sapore dell'alcol giusto qualcosina la bevo, ma non capisco questa necessità di innacquarsi il cervello per divertirsi...

zoé ha detto...

E' bellissimo il tuo spazio .. davvero complimenti..!

Certo è che leggere il tuo ultimo post è triste, triste ma dannatamente reale ... un modo per morire piano piano a piccole dosi .. un modo come un altro per evitare la maledetta paura di vivere che ci accomuna in molte ...

Notte Clelia. Ti abbraccio, Zoe.

Silvia ha detto...

Terribile. Siamo sempre più allo sbando. Viene tristezza, rabbia a sentire il dilagare di tali fenomeni.... ma la sensazione è che nulla cambi perché fa comodo che le cose vadano così...

Qualche giorno fa, sentivo al tg che una delle ultime mode (non ricordo il termine esatto) in fatto di ubriacate sia quella di fare una sorta di tour in una serata: cioè girare più pub nel corso di una notte e bere a ogni tappa...

Io non ho mai bevuto nulla aldilà dell'aranciata e tutto questo mi sembra assurdo, folle e senza ragione. Stupido! Ma finché non si farà piazza pulita di questa società effimera, allo sbando e senza morale... tutto questo sembrerà cool e normale. Va cambiata la mentalità, prima cosa.

chiara ha detto...

e io che mi preoccupavo della mia birretta serale!!!!

Pupottina ha detto...

terribile questa moda che porta all'autodistruzione ...
Shakespeare aveva ragione, ma su ogni cosa dovrebbe vigere il buon senso e la regola...
buon martedì
^_________^

Baol ha detto...

Che modo stupido di divertirsi!

Juliet ha detto...

quando ero a manchester ne vedevo troppe di ragazzine così, non riuscivo a capire perchè. Anche a dublino vedevo scenari simili, e la mia domanda era sempre la stessa.la loro giovane età sembrava inversamente proporzionale alla quantità di alcol in corpo...

LaCoccinella ha detto...

Sarà che ci sono passata anch'io, ma le capisco. Non le giustifico, ma le capisco. l'alcool è un male sociale che c'è anche qui ed è mooolto presente. D'altra parte è un modo come un altro per spegnere il cervello. A volte non si tratta di volersi far del male, ma solo l'incoscienza, la falsa sensazione di poter cancellare i problemi, di non affrontare la vita per una sera. Triste, si... ma ogni età ha il suo malessere se non si sa reagire.

mafalda ha detto...

Sconcertante!Quando avevo 15/16 anni capitava di bere alle feste,ma non mi sono mai ridotta così tutte le volte che uscivo.Ricordo che una volta esagerai e mi bastò, ho capito la lezione e non l'ho fatto.Però credo che qui la lezione non venga recepita ed è triste.Una sbronza non fa male, ma qui è qualcosa di più.
I giovani si stanno perdendo, non tutti, dietro al nulla e questo mi fa paura, se un domani avessi figli sarei terrorizzata, lo sono già adesso, ma si può far ben poco.Non c'entra neanche l'educazione impartita.
Non so che pensare!!!!!!!!!!!!
Buona serata

MaryA ha detto...

Beh effettivamente è un fenomeno allarmante ma devo dire che anche in Italia cominciano ad essere evidenti fenomeni simili. Dai piccoli centri alle grandi città, anzi forse i piccoli centri sono i più colpiti, si vedono diversi giovani, anche giovanissimi, completamente ubriachi che cominciano a bere anche molto presto, di primo pomeriggio e il fenomeno è allarmante.

Non saprei pensare a nessuna motivazione giustificata, ma è pur sempre vero che l'estremismo della scelta è giustificato dal metro di chi decide.

Forse è la noia, forse è il crescente impoverimento di veri rapporti personali, che porta tutti a conoscenze superficiali, per cui ci si stordisce per rendere divertente una serata con dei perfetti estranei...Mah!

Baci*°*°*°*

P.s. Ho pubblicato un post-sondaggio e mi piacerebbe leggere la tua opinione ^.^*.

stella ha detto...

Paura di vivere ha detto zoè ed io sono con lei.
Non è lecito, a mio avviso, condannare, ma capire PERCHE' ciò avviene...
Mancano e sono mancati il punto di riferimento e l'affetto a qusti ragazzi.
Chi è senza nessun vizio...beato lui!

Madame Bovary ha detto...

Bere fino a perdere i sensi, forse la causa è l'infelicità, l'uomo più vive nella comodità più è infelice..chissà perché!
Personalmente a me dispiace vedere gente in quello stato il fine settimana, ma fin tanto che non creano disagi in giro per la città, ovvero non fanno male agli altri oppure non si mettono alla guida per me sono libere di fare quello che vogliono!
Se poi il giorno dopo scoprono di essere state violentate o di essersi beccate l'AIDS non vadano a reclamare, dovevano pensarci prima.