sabato 23 agosto 2008

Io e il Boss - Me and The Boss



Non posso proprio fare a meno di comprare il giornale e anche in spiaggia ho portato sempre con me i quotidiani. E' successo anche ieri, l'ultimo giorno della mia vacanza. Ho chiesto in giro dove potessi trovare un giornalaio e non mi sono scoraggiata dall'abbandonare il mio "vizio" anche se la più vicina edicola era a 500 metri. Sotto il sole ho iniziato la mia "passeggiata" sull'asfato rovente alla ricerca del cancello giallo dove avrei potuto aggiornarmi su "cosa succede in Italia e nel mondo".


Verso metà del cammino mi pareva di aver lasciato il mio portafoglio sul tavolo, ho aperto la borsa e il dubbio è divenuto certezza. Ho rovistato nella borsa e con mio grande sollievo ho trovato due euro, sufficienti per almeno un quotidiano e il caffè. Nel frattempo non ho potuto fare a meno di notare una signora che stava parlando al telefono, il suo tono era basso ma io ho sentito ciò che diceva: "Cosa devo fare? Dimmelo tu. E' dentro e dicono sia pericoloso. Lo cercano da tanto, io sono disperata. Sò chi è, lo sò". Appena la signora ha visto che la osservavo ha subito messo la mano sulla bocca e si è allontanata. Io ho proseguito, la meta era vicina. Quando sono arrivata ho iniziato a vedere i titoli dei giornali, non potevo comprarne più di uno, quindi ho dato un "occhiata" a tutti. La mia attenzione si è fermata verso un titolo di prima pagina di un noto quotidiano locale dove si riportava la foto segnaletica di un famoso boss mafioso. Ho iniziato a guardarmi intorno e ho visto un signore molto rassomigliante al latitante in prima pagina. In un primo tempo ho pensato fosse solo una fortuita somiglianza, ma quando si è accorto che non cessavo di osservarlo, si è subito affrettato a indossare il suo capello panama e prima di inforcare i suoi enormi occhiali da sole e scivolare fuori mi ha riservato il più raggelante degli sguardi. Ero spaventa, lui aveva capito che io lo avevo riconosciuto, volevo chiamare subito i carabinieri ma non avevo il mio cellulare. Comprato un altro quotidiano mi sono riavviata e lungo la strada ho rivisto la signora che parlava al telefono. Era dall'altra parte della strada ancora intenta nella sua conversazione telefonica seminascosta tra i tavoli di un bar. Ho attraversato la strada e passandogli vicino ho ascoltato ciò che diceva. La sua voce era ancora bassa, ma ho capito che lei era la proprietaria dell'hotel dove il boss alloggiava e che a sorvegliarlo c'erano degli agenti speciali in borghese. Solo sentendo quelle parole mi sono calmata, le forze dell'ordine stavano per "incastrarlo".


Ogni Boss malavitoso sa che la sua carriera ha un inizio eclatante e una fine sempre imminente. Il potere criminale si perde per vari motivi tra cui le guerre tra clan, i ricambi delle leve di comando e la giustizia che a volte riesce ad entrare nelle fitte maglie delle organizzazioni criminali.


La mia vacanza è finita, ve lo assicuro è stata davvero rilassante e divertente, ma non potrò mai dimenticare il gelo dipinto nel volto di quell'uomo.

English version

I cannot do without than buying at least one newspaper and also on the beach always took dailes with me. It also happened yesterday which was the last day of my holiday. I have asked where I could find a newsagent and I have not been discouraged to give up my "vice" even if the closer kiosk was at 500 mt. Under the sun I begun my walk on the red-hot asphalt to reach for the yellow gate where I could have kept up to date me on what happens in Italy and in the word.

It was in my midleway that seeming to me to have left my wallet on the table, I opened my bag and the doubt has become certainty. I searched inside my bag and with my big relif I found two sufficient euro for a newspaper and a coffee. In the meanwhile I have noticed a lady who was spaeking to mobile phone, her voice tone was low but I have caught what she was saying: "What I have to do? Give me an advise. He is inside the hotel, they say that he is doungerous. I know who he is. I know that!". As soon as the lady has seen that I was observing her, put a hand on the mouth and she got off. I went ahead, my destination was very close. Considering that I could buy only one newspaper, when I arrived I started reading some title at random. My attention stopped to a boss of Mafia reported on a title in the first page of a well Know local daily where the boss's charateristic photo was taken back. I started to looking around and I saw a men very much alike to the depicted abscorder in the first page. At the first I have thought that it was only a fortuitous likeness, but when he has noticed that I was not ceasing observing him, he worn his hat, panama model, and before put his big sunglasses and went out he gave me the most freezing glance that I have never recived in my life. I was scared, he had understood that I had reconized him, I wanted to call the local police but I did not have my mobile. I bought another daily, I went out towards beach and along the street I have still seen the woman who was speaking to the mobile phone. She was on the other side on the street and half hidden among bar tables, she was still intent in her telephone conversation. I crossed the road and coming near her I heard what she was saying. Her voice was still low but I understood that she was the owner of the hotel where the boss was accomodating and that to oversee him there were some special agent of police. Listening those word I calmed down.
Every Boss of Mafia knows his career has an evident beginning and an always upcoming end. Criminal power loses for several reason among which the "wars" between rivals clan, the new replacement of command levers and the justice that sometime win.
My holiday has finished, I want to assure you it was very easeful and fun but I will never be able to forget the painted freezing in the face of that man.

27 commenti:

Sasco ha detto...

Caspita Clelia! ..ma ...ma... oltre ad esserti già fumata le vacanze.. non è che ti sei fumata anche qualcos'altro? :) E.. come finisce la storia?
P.S.:grazie per i tuoi (seri) commenti sul mio blog. Prometto che il mio prossimo commento sarà altrettanto serio. ciao

Clelia ha detto...

Ma le vacanze saranno pure fumate, ma io oltre le sigarette non fumo niente altro. Riprova a rileggere il mio racconto dove non c'è ASSOLUTAMENTE nulla di inventato e la paura è stata vera e legittima.

Un abbraccio

Ps. aspetto il commento serio :)

Clelia

Miss Dickinson ha detto...

Ammazza, mentre leggevo il post mi sembrava di vedere un film e ho immaginato chiaramente il tuo panico in quei momenti.
Non ho mai provato niente di simile, ma credo che la sensazione sia paralizzante. Soprattutto nel momento esatto in cui hai incontrato lo sguardo del "signore col panama", chiamiamolo così, e suppongo che la tua mente si sia fatta dei giri assurdi.
Fortuna che anche la polizia era sulle sue tracce, ma ugualmente in quella situazione credo che la paura sia predominante anche sulla ragione.
Ti abbraccio.

glamourama ha detto...

Aiuto! Ma chi è questo boss? E poi sai come è finita?

me, just an Italian man ha detto...

ndd"..Oggi è una bellissima giornata.." pensa l'uomo tra sè e sè "ho voglia di fare due passi".
Prende il suo cappello Panama e gli occhiali da sole.
Esce dalla sua camera d'albergo. Per strada passeggia tranquillamente quando.. c'è un'affascinante donna che lo sta fissando.. sembra un volto familiare e.. "oh! Dio mio!" sgranando gli occhi "credo di aver già visto questa donna!" improvvisamente, viene preso dal panico.. "Credo che sia proprio lei... è lei, e la donna del boss!!" l'uomo a questo punto si aggiusta il cappello, si mette gli occhiali da sole e si allontana ostentando indifferenza..

mmmm! ovviamente stavo scherzando.
beh! non puoi di certo dire che la tua vacanza non è stata eccitante..
comunque, non credo che tu ti debba preoccupare.. se lui poteva passeggiare tranquillamente per strada durante il giorno, vuol dire che le segnalazioni e la polizia avrebbero fatto ben poco.. oppure no?

ashasysley ha detto...

Mi sono immaginata te con i capelli raccoli e la cadenza sicura avvicinarti all'edicola.
Spostare il peso sul piede destro e fra le dita una sigaretta. Guardare quell'uomo e non sapere se muoverti o meno.
Con la stessa grazia uscire dal locale e ritornare alla spiaggia.

Bel "racconto" se così si può dire.

Bentornata dalle vacanze.

Asha

Franco Zaio ha detto...

Don't you know that crime don't pay? cantava Joe Jackson. Non aver paura. Qualche mese di carcere, poi arresti domiciliari, poi fuga in Brasile. La certezza della pena, in Italia, non esiste proprio come concetto. Emozioni e paure sprecate, anche se ti fanno onore.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

bella storia!

avete deviato leggermente x mezza europa?? spettacolare!
sì, le vacanze così sono le migliori, l'organizzazione non fa proprio per me, meglio improvvisare..

Sasco ha detto...

Ecco il mio commento serio e ..anche preoccupato:
se non ci dai al più presto notizie di te... avviso la polizia!

Clelia ha detto...

Rsposte:

@MissDickinson:E si la paura è stata veramente tanta! Un abbraccio a te

@Glamourama:non so come sia finita da quando me ne sono andata non ho saputo più nulla.

@ me just an italian men: divertente il tuo racconto al "contrario", ad averti fuorviato o ispirato è stata forse Eva Kant? :).

@Asha: Elegante la tua descrizine della scena, ben tornata a te!

@Franco Zaio: Sfortunatamente tu dici la verità! Anche quando la giustizia fa il suo corso non c'è mai la certezza della pena!

@Sasco: Don't Worry. I am fine! :)

Clelia

GlitterVictim ha detto...

Ti è successo davvero? Paura!
E tu che volevi solamente rilassarti con un po' di carta stampata.

Io ho chiamato i carabinieri per avvisare che dei loschi individui stavano entrando in un'abitazione dal terrazzo e loro sono arrivati a sirene spiegate 40 minuti facendo irruzione nella casa sbagliata (avevo specificato appartamento, scale e numero interno, loro sono entrati nel villone di fronte). Risultato quelli dell'appartamento si sono ritrovati la portafinestra rotta, la casa sottosopra e senza macchina perchè con le chiavi sul tavolo hanno avuto la via di fuga facilitata. Dopo due giorni la mia auto ha avuto un piccolo incidente, mi hanno scardinato la portiera e quando sono andata dai carabinieri per la denuncia e gli ho detto che ero stata io a chiamarli per il furto e che i ladri mi avevano vista per cui quello scherzetto era opera loro, sai cosa mi han risposto!?! Che guardo troppi film!

E poi dicono che le barzellette sui carabinieri sono esagerate.

Ciao!

Alfa ha detto...

Un incontro da brivido, non c'è che dire. Fortuna che i boss leggono i pizzini, non i blog.
Almeno spero...
Ciao!

Sally Brown ha detto...

Ciao Clelia, io, al tuo posto, sarei impazzita dal terrore, sono una pecorella mica per nulla!
Sono contenta di aver recuperato i post lasciati indietro e di sapere che ogni tanto sei passata dalla pecora rosa.
A rileggerti, sempre rilassata e, magari, senza boss.
Un abbraccio
Sally

pansy ha detto...

Ma è successo per davvero?
Comunque ti ho linkata, spero non sia un problema :) buonagiornata!

Ross ha detto...

Accidenti!
In un primo momento (complice forse l'immagine di quel gran bel pezzo di ladro di Diabolik) ho pensato fosse un racconto inventato, poi mi sono messa a immaginare come avrei potuto reagire io in una situazione simile... probabilmente con un attimo di puro panico.
D'altronde, l'unico criminale che mi sia capitato di fronteggiare è stato un bimbetto che voleva "prendere in prestito" la mia tartaruga, perchè la sua l'aveva per sbaglio investita col triciclo.

Clelia ha detto...

Risposte

@Glittervictim: No non sono esagerate le barzellette sui carabinieri! Alla luce di quello che è successo a te direi che sono quasi "clementi" verso la categoria, ma certo non si può generalizzare.

@Alfa: Eh... i pizzini sono stati archiviati, ma spero che non legga il blog!

@sally brown:credimi anche io ero abbastanza ... come dire terrorizzata? si diciamo così!

@Pansy: Anche se sembra un brutto sogno sfortunatamente è successo davvero. Grazie per il Link, tornerò presto a leggerti.

@ross:Bè hai visto un bimbetto con attitudini omicide colpose e la manina lunga del ladruncolo... speriamo che crescendo migliori :)

Grazie a tutti per i vostri commenti e buona giornata!

Clelia

scrittrice75 ha detto...

ciao clelia, ti ho assegnato un premio- un saluto da angela

Pellescura ha detto...

All'inizio ho pensato che non eri tu a scrivere il post ma una tua amica a cui avevi raccontato la cosa e che tu fossi finita dentro un pilastro di cemento :-))

Alfa ha detto...

Certo che ora, dopo quello che hai scritto, se ti prendi un semplice week end di assenza dal blog ci fai stare in pensiero...

Maureen ha detto...

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
che storia!!!!!!!!!!!!!
volevo chiederti una cosa..x scrivere in inglese (la versione in inglese) scrivi tu oppure c'è un modo per translitterare e tradurre automaticamente il testo?
grazie_
ciao!

Clelia ha detto...

Risposte

@Scrittrice 75: Onorata del premio!

@Pelle scura: Ma scusa come facevo a scrivere dopo aver "incontrato" pure il pilastro di cemento. Prospettive sempre ottimiste per te... ti seguo e sò che sei ironico ecco perchè pubblico sempre i tuoi commenti! :)

@Alfa: Don't worry, sto bene! Grazie comunque per l'interessamento :)

@Maureen: Di solito io traduco da sola, mi aiuto con un buon dizionario. Sò però che il sito chiamato lexicool.com è buono anche se non proprio totalmente affidabile. Cmq digita su google traduzioni e vedrai che troverai una marea di link.

Buon fine settimana a tutti... da lunedì ricomincio a lavorare anche io! Sic!

Clelia

Serena ha detto...

Grazie per il commento...
e venendo a sbirciare tra le tue parole, noto con estremo piacere che mi aggradano...

Da assidua lettrice, posso solo farti i complimenti per il tuo modo di scrivere. è raro che leggendo, la fantasia dipinga immagini tanto nitide da farti pensare di averla vissuta tu, in prima persona, la vicenda.

Un sorriso
Complimenti ancora

Serena

me, just an Italian man ha detto...

Ti auguro un eccitante rientro a lavoro.. Boss permettendo ovviamente! ;-)

VeryWendy ha detto...

ehi...che esperienza!!!! niente male per una vacanza! no clelia, non sono stata a sidney, semplicemente SOFFRO D'INSONNIA. Di notte io non dormo, non c'è nulla da fare e ho i ritmi sballati...magari un viaggio in australia mi aiuterebbe a riequilibrare le cose. anyway, grazie per gli auguri, molto graditi :)

Clelia ha detto...

Risposte

@Serena: Bè che dire se non Grazie di cuore per i complimenti! :)

@ me.just an italian men: Ho ricominciato... fortunatamente però mi piace il mio lavoro!

@Bè diciamo una vacanza un pò "PARTICOLARE", peccato credevo tu fossi andata a Sidney!

Clelia

Maureen ha detto...

GRAZIE MILLE!

Francesco ha detto...

Certo deve essere sta un'esperienza.
Cmq mi piace il modo in cui scrivi. Ciao
Francesco